Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Milan, Gattuso: «Io solo cuore e grinta? Sono chiacchiere da bar»
© Getty Images

Milan, Gattuso: «Io solo cuore e grinta? Sono chiacchiere da bar»

L'allenatore rossonero dopo la vittoria di misura contro la Sampdoria: «Ho scelto questo club perché è casa mia, orgoglioso di questi ragazzi»twitta

domenica 18 febbraio 2018

MILANO - «Il merito è dei ragazzi, io rimarrò sempre cuore e grinta. Bastano pochi concetti per i ragazzi e rimaniamo con Gattuso che è solo cuore e grinta, non ci sono problemi». Così l'allenatore del Milan Gennaro Gattuso commenta la vittoria di misura contro la Sampdoria ai microfoni di Premium Sport. «E’ un’etichetta che mi proto da quando giocavo, sono chiacchiere da bar ma va bene così. La cosa che mi rende più orgoglioso è che vedo grande senso di appartenenza, grande disponibilità, poi i meriti sono della squadra. L’unico merito che abbiamo è che abbiamo portato qualcosa di nuovo e i nostri concetti. Dovevamo giocare più da squadra e ora si sta vedendo. E’ giusto che vadano i giocatori sotto la curva perché vanno loro in campo. E’ facile allenare questi ragazzi, ci godiamo il momento ma non abbiamo ancora fatto nulla. Abbiamo lasciato tanti punti per strada e dobbiamo lavorare. La cosa che mi piace è che questa è una squadra giovane e questi ragazzi possono togliersi delle soddisfazioni. Stanno capendo che il lavoro paga, io propongo ma poi i protagonisti sono loro».

I RAGAZZI DI GATTUSO - «Rodriguez deluso dopo il rigore sbagliato? Anche Maradona - continua Gattuso - sbagliava i rigori, figuriamoci se non può sbagliarli lui. La cosa più importante è che ha continuato a giocare e ha fatto bene. Siamo contenti ma la testa è già giovedì perché non sarà una partita scontata. Il Milan italiano patrimonio per la Nazionale? Ognuno deve fare il suo, Di Biagio farà le sue scelte ma per l’età e le qualità che hanno sono un patrimonio del calcio italiano. Io me li tengo stretti, hanno grande passione e talento. L’importante è che continuino a lavorare così. Se mi immaginavo questi risultati dopo l’esordio a Benevento? Io non immaginavo niente, sapevo che sarebbe stato difficile, che sarei invecchiato più in fretta ma la fede è fede e ho scelto il Milan perché è casa mia. Ho cucito addosso la maglia del Milan, l’ho indossata per 14 anni e lavorare con questi ragazzi è un qualcosa di grande. Vedremo poi come andrà a finire io darò tutto me stesso per loro. Sarò il loro incubo fino alla fine della stagione ma mi stanno dando delle grandi soddisfazioni».

PARLA BONAVENTURA  - Le parole di Bonaventura a fine gara ai microfoni di Premium Sport: «Riconquistato San Siro? Siamo contenti, adesso stiamo andando bene e stanno arrivando i risultati. C’è un bell’entusiasmo ma dobbiamo continuare così. Abbiamo fatto una bella prestazione, potevamo chiuderla facendo un altro gol. Siamo in una condizione buona e i risultati arrivano. Altro gol decisivo dopo quello alla Lazio? E’ il momento della squadra, sono contento per il gol ma tutta la squadra sta girando bene. Quanto merito c’è di Gattuso? Con il mister si è creata una bella sintonia, all’inizio abbiamo pagato i tanti giocatori nuovi ma ora abbiamo una bella amalgama e i risultati stanno arrivando. Possibile la rimonta Champions? Se giochiamo così possiamo farcela ma il problema è che abbiamo perso tanti punti nel girone d’andata e rincorrere non è facile ma ci proveremo».

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti