Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Retroscena Milan: il club aveva qualche dubbio sul rinvio del derby con l'Inter
© www.imagephotoagency.it

Retroscena Milan: il club aveva qualche dubbio sul rinvio del derby con l'Inter

Alla fine è stata presa la scelta più logica (e più difficile, come ha riconosciuto anche Malagò) sollecitata anche dai giocatori e da Gattusotwitta

lunedì 5 marzo 2018

MILANO - C‘è stato un pezzo importante di Milan nella carriera di Davide Astori. Gli anni della crescita, quelli che formano il calciatore, oltre che il ragazzo, e poi lo consegnano al modo del calcio, ormai pronto. Il vivaio rossonero è sempre stato particolarmente florido, al punto che non tutti riescono a trovare posto in prima squadra, anche se hanno indubbie qualità. I casi Darmian, Verdi, Aubameyang, Matri sono altri esempi come Astori, che per affermarsi nel calcio che conta ha dovuto attendere il Cagliari. Ci sono state diverse estati nelle quali sembrava prossimo il rientro alla... base, e poi invece non se ne faceva nulla, finché nel 2011 è arrivata la cessione definitiva proprio alla società isolana, per 4 milioni di euro per la seconda metà (la prima era già stata ceduta in precedenza). Era un’ottima primavera, quella in cui aveva militato Astori: con lui c’erano Antonelli, Di Gennaro, Willy Aubameyang. E in panchina Franco Baresi.

SCONVOLTO - Ovvio dunque che ieri a Milanello, quando in tarda mattinata è arrivata la terribile notizia, proprio Antonelli sia stato tra i più sconvolti, come pure Abate e tutti coloro che poi avevano avuto modo di incontrarlo anche in Nazionale. Per non parlare di Kalinic, suo compagno in viola. La squadra era in campo, per la rifinitura pre-derby. Non c’è stato bisogno di dirsi nulla: Gattuso ha sospeso immediatamente l’allenamento e di lì a poco i giocatori sono stati lasciati liberi di andare a casa, senza nemmeno attendere il previsto pranzo con il presidente Yonghong Li.

DECISIONE SOFFERTA - Soltanto il club, con i suoi dirigenti, ha avuto qualche dubbio sul rinvio del match: la macchina organizzativa era ormai avviatissima e ci si è domandati cosa sarebbe accaduto ai 75 mila e più tifosi attesi a San Siro. Oltre alle questioni burocratiche legate al rimborso e alla nuova vendita, per quando il derby sarà recuperato. Ma alla fine, è stata presa la scelta più logica (e più difficile, come ha riconosciuto anche Malagò) sollecitata anche dai giocatori.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Morte Astori, i giocatori di Cagliari e Genoa sconvolti a Marassi

Tags: MilanInter

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti