Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

0

Milan, Gattuso: «Avevamo pensato a Vidal. A centrocampo faremo ancora qualcosa»

L'allenatore rossonero felice per l'acquisto di Higuain: «Con lui facciamo il salto di qualità»

sabato 4 agosto 2018

ROMA - Rino Gattuso non può che essere soddisfatto del mercato dopo il doppio colpo Caldara-Higuain. E poco importa se avrà poco tempo per registrare il nuovo assetto difensivo con il giovane ex Atalanta e per ottimizzare l'attacco che cambierà volto con l'inserimento del Pipita. L'allenatore del Milan però ora deve proiettarsi mentalmente sulle ultime amichevoli, a partire da quella con il Barcellona (questa notte alle 2.05): «Sono molto affascinato da questa sfida - ha detto nella conferenza stampa di presentazione -. Vedere ragazzi di 17/18 anni interpretare il calcio come fanno loro, è bellissimo. Tante volte non si può copiarli, c’è un lavoro dietro. Cambiano gli interpreti, ma la tipologia di gioco rimane sempre uguale. Domani mi aspetto una partita molto difficile, la linea di difesa avrà tanto da lavorare. Per noi sarà un test impegnativo, voglio vedere una squadra che non ha paura di giocare. Sarà difficile uscire dalla loro pressione, servirà personalità».

MERCATO - Il mercato rossonero è vicino alla chiusura ma ora manca una ciliegina per completare la mediana: «Chiude il 17. Al 90% siamo completi, iniziamo ad essere anche in tanti. Il compito del club è anche sfoltire la rosa, vedremo cosa succederà negli ultimi giorni. Si può fare qualcosa a centrocampo. Ronaldo? Dopo tanti anni, per tutte le problematiche del nostro sistema calcio, CR7 è stato un acquisto incredibile. Non è un caso che si inizi a parlare di nomi importanti come Modric, prima preferivano andare in Inghilterra o in Spagna. Vidal? A chi non piace... Quando giocavo contro di lui, era una macchina, non mollava mai. Abbinava qualità e quantità. Se il Barcellona l’ha preso, è per questi motivi. Nel calcio moderno serve quantità, non basta saper giocare a calcio. Noi ci avevamo pensato, ma abbiamo i paletti del Fair Play Finanziario, non possiamo permettercelo».

IL MILAN CON HIGUAIN - Il Milan non cambierà modulo alla luce dell'acquisto di Higuain: «Non cambio, il modulo base sarà sempre il 4-3-3. Lavoriamo anche su altri concetti, ma la base rimane quella. Contento per l'arrivo di Gonzalo? Mi aspettavo che la società facesse qualcosa. Ho parlato con lui, per noi dev’essere anche un motivo di orgoglio. Il Milan ha un grande fascino, difficilmente un giocatore non vuol venire qui. Penso che con questa squadra, giocatori come Higuain e Caldara possono fare bene. Abbiamo voglia di lavorare, siamo ragazzi giovani con voglia di fare. Questa è una squadra che ha voglia di lavorare e che non molla una virgola. Il Pipita può farci fare il salto di qualità».

Commenti

Potrebbero interessarti

Classifica

Serie A - 12° Giornata

Juve 34 Parma 17
Napoli 28 Sampdoria 15
Inter 25 Cagliari 14
Lazio 22 Genoa 14
Milan 21 Spal 13
Roma 19 Bologna 10
Sassuolo 19 Udinese 9
Atalanta 18 Empoli 9
Fiorentina 17 Frosinone 7
Torino 17 Chievo 0

Risultati

SERIE A - 12° GIORNATA

Frosinone - Fiorentina 1 - 1
Torino - Parma 1 - 2
Spal - Cagliari 2 - 2
Genoa - Napoli 1 - 2
Atalanta - Inter 4 - 1
Chievo - Bologna 2 - 2
Empoli - Udinese 2 - 1
Roma - Sampdoria 4 - 1
Sassuolo - Lazio 1 - 1
Milan - Juve 0 - 2