Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Napoli, Ancelotti: «Milan, sarà un concentrato di emozioni»
© LAPRESSE
0

Napoli, Ancelotti: «Milan, sarà un concentrato di emozioni»

Il tecnico sfida il suo passato: «L'importante è presentare bene la squadra al pubblico e migliorare rispetto alla partita con la Lazio. All'Olimpico, per 30 minuti, abbiamo fatto ridere»

venerdì 24 agosto 2018

CASTEL VOLTURNO (Caserta) - "Con Gattuso mi sento spesso, il motivo dei nostri discorsi non è legato al cibo. Domani ci incontriamo ed è sempre un piacere, così come per Maldini, Leonardo e le altre persone che sono ancora al Milan". Carlo Ancelotti presenta così la sfida di domani sera al San Paolo tra il suo Napoli e il suo passato. "Sarà un concentrato di emozioni, ma la cosa importante è presentare bene il Napoli al nostro pubblico, migliorando ciò che abbiamo fatto con la Lazio. All'Olimpico, per 30 minuti, abbiamo fatto ridere...".

SOGNO SCUDETTO - "Ci sono i sogni e le utopie. Rincorrere le seconde è azzardato, mentre il sogno nasce da ciò che ha fatto il Napoli l'anno scorso. Quel poco che manca per arrivare allo scudetto spero di riuscirlo a dare. Le mie sensazioni che avevo da fuori sono le stesse da quando sono qui. Non ho avuto sorprese, ma solo conferme. Il gruppo è veramente sano e tutti sono sullo stesso livello, non vedo gelosie, invidie, eccessi di protagonismo".

LA FORMAZIONE -  "Non ho fatto omaggi alla rosa dell'anno scorso, ma una semplice valutazione. Farò un'altra valutazione per la partita con il Milan. In futuro le rotazioni ci saranno e tutti saranno coinvolti. Milik o Mertens? Non sto pensando a un dualismo tra i due, in allenamento li ho provati anche insieme. Karnezis o Ospina? Il primo ha fatto bene, ha dato fiducia al reparto. Ospina si sta allenando molto bene, ma è un portiere di garanzia, ha tante partite di livello alle spalle e ha tanta esperienza. Fabian Ruiz? Non è disponibile, ricomincerà a lavorare la prossima settimana".

HIGUAIN - "Lo conoscono tutti. I giocatori anche meglio di me. La linea guida è quello di pensare al nostro gioco, senza soffermarci troppo sulle qualità degli avversari. Quando si giocava contro Messi o altri giocatori importanti mi piaceva non parlarne. Sappiamo che Higuain è forte ed è formidabile sotto porta, ma cercheremo di fare la nostra partita e non dargli opportunità di segnare".

QUOTA SCUDETTO - "Può darsi che abbia ragione Allegri, si è abbassata a 88-90 punti. I rinforzi di Roma, Inter e le altre faranno sì che ci sarà un campionato livellato verso l'alto".

napoli Ancelotti malandrino

Commenti

Potrebbero interessarti

Classifica

Serie A - 28° Giornata

Juve 75 Parma 33
Napoli 60 Genoa 33
Inter 53 Sassuolo 32
Milan 51 Cagliari 30
Roma 47 Spal 26
Lazio 45 Udinese 25
Atalanta 45 Empoli 25
Torino 44 Bologna 24
Sampdoria 42 Frosinone 17
Fiorentina 37 Chievo 11

Risultati

SERIE A - 28° GIORNATA

Cagliari - Fiorentina 2 - 1
Sassuolo - Sampdoria 3 - 5
Spal - Roma 2 - 1
Torino - Bologna 2 - 3
Genoa - Juve 2 - 0
Atalanta - Chievo 1 - 1
Empoli - Frosinone 2 - 1
Lazio - Parma 4 - 1
Napoli - Udinese 4 - 2
Milan - Inter 2 - 3