Torino

Torino, l'infortunato Carlao vuole accelerare i tempi
© LaPresse

Torino, l'infortunato Carlao vuole accelerare i tempi

Il brasiliano del Toro non si arrende alla distorsione rimediata durante la partita col Crotone. Potrebbe tornare tra i convocati contro la Sampdoriatwitta

giovedì 20 aprile 2017

di Alessandro Baretti

TORINO - La distorsione al ginocchio sinistro resta, ma le conseguenze dell’infortunio capitato a Carlao nel corso di Torino-Crotone sembrano essere meno gravi del previsto. Molto dipenderà da come l’arto risponderà alle prossime sedute di allenamento, ma la sensazione è che la stagione del centrale brasiliano prelevato a gennaio dall’Apoel possa non essere già finita. Difficilmente Carlao tornerà a disposizione per la prova di domenica contro il Chievo, però se tutto andrà per il verso giusto non è folle pensare a un suo rientro nell’elenco dei convocati fin dalla successiva sfida interna contro la Sampdoria. Ieri intanto il Torino ha svolto una doppia seduta di lavoro alla Sisport, mentre gli esami specifici ai quali si è sottoposto Ajeti hanno evidenziato un sovraccarico al muscolo soleo della gamba destra.

RECUPERO - Tempi di recupero incerti e Ajeti che si aggiunge alla lista di infortunati composta, oltreché da Carlao, pure da Castan, Obi e Iturbe. Contro il Chievo, considerato il contemporaneo stop di tre difensori, si va verso una coppia di centrali difensivi pressoché obbligata. A meno che Mihajlovic dirotti un’altra volta De Silvestri in mezzo alla retroguardia, al Bentegodi toccherà a Rossettini e Moretti.

Tags: TorinoCarlao

Tutte le notizie di Torino

Approfondimenti

Commenti