Torino

A Marassi contro il Genoa si fa il Toro
© www.imagephotoagency.it

A Marassi contro il Genoa si fa il Toro

Tanti i motivi per giocare una gran partita in questa giornatatwitta

domenica 21 maggio 2017

di Andrea Pavan

TORINO - «Li abbiamo fatti divertire a casa nostra: è stato umiliante». Dieci piccole parole. In cui c’è tutto Mihajlovic. E sì, tutto il Toro. O comunque il suo senso, l’essenza del sentire e pensare granata. Perdere si può, ma non si deve: mai. La resa preventiva, lo scoramento del più debole, la perdita delle motivazioni non sono cose accettabili da parte di una squadra che deve costruirsi un futuro e «creare una mentalità vincente». Meno che mai l’ineluttabilità dello sbraco, tipo quello penoso visto col Napoli. Il ritiro non è una punizione fine a se stessa, ma un segnale finalizzato a capire come ogni azione abbia una conseguenza, e ogni atteggiamento una coerenza, E’ un segno dei tempi: che con Mihajlovic sono cambiati. A Marassi, contro il Genoa dell’atroce fregatura 2009, si gioca non per vendicare il disonore di otto anni fa ma per riscattare l’onore di oggi. Qui si fa il Toro, per cui urge rifarlo. Intanto sul campo. Prossimamente, in società.

MIHAJLOVIC AVVISA IL TORINO

Tags: Torino

Tutte le notizie di Torino

Approfondimenti

Commenti