Torino

Torino, Mihajlovic vuole ancora dar fiducia ai giocatori
© LaPresse

Torino, Mihajlovic vuole ancora dar fiducia ai giocatori

Come nella stagione scorsa a maggiotwitta

mercoledì 27 dicembre 2017

di Marco Bonetto

TORINO - Non si possono fare paragoni in senso stretto, ma tutto sommato gli episodi degli ultimi giorni trovano alcune analogie con quanto successe a maggio, sul finire della scorsa stagione. «Se mi accorgo che contro il Genoa la prestazione non è di livello, si torna in ritiro senza neanche un giorno di riposo e forse anche oltre la fine del campionato», disse Miha alla vigilia della trasferta a Marassi (penultima giornata di campionato), che faceva seguito a un tracollo casalingo, 0-5 contro il Napoli. Contro i rossoblù il Toro perse 2 a 1, ma mostrando almeno segnali quanto a impegno, voglia, attenzione. Inoltre si sviluppò un franco confronto tra il tecnico e la squadra. Così la seconda parte di ritiro punitivo fu abolita. Poi i granata sconfissero il Sassuolo 5 a 3 e non seguirono più drastiche decisioni. Anche stavolta l’allenatore ha voluto mostrare ai giocatori di avere ancora fiducia in loro, di essere disposto a concedere nuove chance. D’altra parte Sinisa sa come i ritiri punitivi possano diventare pure un’arma a doppio taglio, in certi frangenti, se il dialogo non scorre fluidamente e la condivisione tra staff tecnico e squadra balbetta. E per ora, secondo l’allenatore, possono bastare le nuove minacce incombenti, evidentemente.

 

Tutte le notizie di Torino

Approfondimenti

Commenti