Torino

Torino, Iago Falque: «Io sono cresciuto e segno, ma ora torna il Gallo»
© LaPresse

Torino, Iago Falque: «Io sono cresciuto e segno, ma ora torna il Gallo»

L'attaccante granata: «Ora sto più in partita e credo di avere un peso maggiore nella squadra. Con la Sampdoria è uno scontro diretto per l'Europa»twitta

giovedì 1 febbraio 2018

TORINO - «Finora siamo stati meno regolari, però in fondo loro hanno solo 5 punti di vantaggio rispetto a noi, è uno scontro diretto per un posto in Europa». Così l'attaccante del Torino, Iago Falque, ai microfoni di Sky Sport 24 a due giorni dall'anticipo di sabato pomeriggio in casa della Sampdoria. Per lo spagnolo nove gol in campionato, un ottimo bottino, ma lui preferisce sottolineare altro. «Quest'anno sono cresciuto, faccio più assist, sto più in partita e credo di avere un peso maggiore nel gioco della squadra», dice l'ex Genoa che parla di un organico, quello granata, con diverse soluzioni nel reparto offensivo. «Sappiamo che tutti dobbiamo dare di più, perché sappiamo che in panchina ci sono giocatori forti, ma si gioca in 11».

Tutto sul Torino

MAZZARRI - Intanto si comincia a vedere la mano di Mazzarri in questo Torino. «A volte sembra che ci rilassiamo dopo il gol e il mister sta lavorando tante sul piano mentale, su quello del gioco lavoriamo insieme da due settimane e stiamo imparando i suoi metodi». Nove gol Iago Falque, ben 16 Fabio Quagliarella uno dei punti di forza di questa Sampdoria. «Non si può fare un paragone tra di noi, abbiamo ruoli diversi, caratteristiche completamente differenti, sta facendo benissimo, dobbiamo stare attenti a lui e ad altri, in attacco noi abbiamo Niang e Belotti, io cerco di fare gol, ma ora che torna anche il Gallo sarà lui a segnare di più», conclude Iago Falque. (Ha collaborato Italpress)

Tags: Torinonotizie Torinonews torino

Tutte le notizie di Torino

Approfondimenti

Commenti