Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Torino, Mazzarri avverte: «Ora non dobbiamo cullarci sugli allori»
© Marco Canoniero
0

Torino, Mazzarri avverte: «Ora non dobbiamo cullarci sugli allori»

Il tecnico granata: «Se riusciremo a calarci nella partita con la giusta mentalità, dimostrando di avere sposato la filosofia di chi pensa ad una partita per volta, potremo toglierci delle soddisfazioni»

venerdì 9 novembre 2018

TORINO - Torino a caccia di conferme nell'anticipo di campionato, domani pomeriggio, contro il Parma. Dopo la bella vittoria in trasferta contro la Sampdoria, l'allenatore granata Walter Mazzarri chiede ai granata di "non cullarsi sugli allori": "Il Parma - sostiene - è una squadra di valore, con importanti giocatori in organico". Per questo motivo, sostiene il tecnico, solo "se riusciremo a calarci nella partita con la giusta mentalità, dimostrando di avere sposato la filosofia di chi pensa ad una partita per volta, potremo toglierci delle soddisfazioni".

Al "90%", assicura Mazzarri, il Torino sarà lo stesso che ha strapazzato i blucerchiati. L'unico dubbio riguarda il sostituto di Meitè, squalificato: "Sono indeciso tra Berenguer e Soriano, in settimana abbiamo provato delle varianti", si limita a dire l'allenatore granata, che punta sul ritrovato feeling con il gol di capitan Belotti. "Se ho sentito il ct Mancini per le convocazioni? No, non mi ha chiamato nessuno...", dice. Oltre a Belotti c'è un Sirigu in grande spolvero. "Confermo quanto ha detto il presidente Cairo: Donnarumma è giovane e il futuro è suo, ma per sicurezza, rendimento e tante altre cose Sirigu è il miglior portiere".

Commenti