Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Bari, il club verso il fallimento: scaduto il termine per ricapitalizzare
© LaPresse
0

Bari, il club verso il fallimento: scaduto il termine per ricapitalizzare

I biancorossi rischiano di ripartire dai dilettanti dopo 110 anni di storia

lunedì 16 luglio 2018

BARI - Giornata da incubo per il Bari: la storica società pugliese si avvicina al fallimento. E' scaduto alle 18 odierne il termine per ricapitalizzare, ma già alle 16 i due imprenditori intenzionati a salvare il club biancorosso si erano tirati indietro. Andrea Radrizzani, il patron del Leeds che insieme al barese Ferdinando Napoli si era fatto carico della ricapitalizzazione di 3 milioni di euro per acquisire il 68 % della società, si è espresso così: "Negli ultimi giorni abbiamo valutato attentamente la possibilità di investire nel AS Bari insieme ad altri partners e investitori locali. Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita consona ad una operazione con un alto profilo di rischio ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida"

IL COMMENTO DI NAPOLI - "La ricapitalizzazione è saltata. Stamattina abbiamo richiesto a Giancaspro approfondimenti tecnici sulla situazione debitori, richiesti dai consulenti inglesi: non abbiamo mai ricevuto al riguardo ulteriori informazioni. E abbiamo riscontrato problemi tecnici legati al bonifico dei nostri partner: non sarebbe arrivato in tempo per completare le operazioni necessarie all'acquisizione delle quote inoptate del Bari" commenta il presidente di Edilportale Ferdinando Napoli. Il presidente del club biancorosso, Cosmo Giancaspro, in mattinata aveva comunicato con una pec la sua intenzione di dimettersi. A richiederlo - anche attraverso il sindaco Decaro che si era fatto garante dell'accordo - era stato proprio il duo Radrizzani-Napoli. Ora è troppo tardi.

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

Bari Giancaspro raddrizzani napoli Serie B serie D

Commenti

Potrebbero interessarti