Calcio

Serie B Novara, Boscaglia: «Cittadella, avversario difficile»
© LaPresse

Serie B Novara, Boscaglia: «Cittadella, avversario difficile»

Il tecnico: «E' un avversario che ha tanto entusiasmo, stanno lavorando con grande ottimismo e in questo momento è difficile affrontarli»twitta

venerdì 16 settembre 2016

NOVARA - "Siamo a inizio campionato e abbiamo 3 partite ravvicinate quindi è probabile che ci sarà qualche avvicendamento in formazione". Il tecnico del Novara, Boscaglia, si prepara così al prossimo impegno, contro il Cittadella: "Tutti sono parte integrante del gruppo e devono sentirsi protagonisti. Il turno infrasettimanale ci pone davanti una settimana particolare ma sono tranquillo: so di avere una rosa competitiva in tutti i ruoli. Il Cittadella? E’ un avversario che ha tanto entusiasmo, stanno lavorando con grande ottimismo e in questo momento è difficile affrontarli, a prescindere dalla posizione in classifica. E’ una squadra che offre un buon calcio, ma noi siamo il Novara e andremo lì per giocarcela".

CALENDARIO SERIE B

IL MOMENTO DEL NOVARA - "Voglio lo stesso atteggiamento visto con la Salernitana, un modus operandi fondato sull’aggressività e sul furore agonistico. Dobbiamo mettere in campo cuore e gamba, il campionato di Serie B è lungo, ci vuole equilibrio contro ogni avversario. So di avere giocatori duttili, intelligenti e capaci di giocare in più ruoli. Non esistono posizioni predeterminate, voglio un Novara versatile e abile ad adattarsi a ciò che la partita richiede”.

CLASSIFICA SERIE B

KUPISZ - "Sta bene, ha già giocato e ha dentro di sé la voglia di giocare. In questo momento potrebbe anche partire titolare, è un giocatore importante dal punto di vista atletico ed è recuperato al 100%. Selasi è un ottimo giocatore, è giovane ma ha alle spalle due campionati di B importanti in una squadra che ha sempre lottato per vincere. Ci tornerà molto utile, sia che si giochi a 2 che a 3 a centrocampo, è intelligente e quindi può ricoprire più ruoli.”

TUTTO SUL NOVARA

VINCERE IN TRASFERTA - "Difficoltà a vincere fuori? Mi è successo solamente l’anno scorso a Brescia, dove ho guidato la squadra più giovane della Serie B. Ho sempre impostato le partite per vincerle, sia in casa che in trasferta, ma non è mai facile e il risultato dipende da tanti fattori”

Tutte le notizie di Novara

Approfondimenti

Commenti