«Lap dance negli stadi»: la frase di Tavecchio fa discutere
© LaPresse

«Lap dance negli stadi»: la frase di Tavecchio fa discutere

In Commissione Antimafia il presidente della Figc si è lasciato scappare una dichiarazione che ha suscitato reazioni divertite, e soprattutto critiche

twitta

mercoledì 5 luglio 2017

di Nicola Chiappinelli

TORINO - «Gli stadi non sono più ambienti in cui si deve giocare solo al calcio: ci va la farmacia, il supermercato, la lap dance, si fa attività sociale»: lo ha detto oggi Carlo Tavecchio, presidente della Federaziona Italia Giuoco Calcio, in audizione davanti alla Commissione Antimafia; e la frase sta facendo discutere, come peraltro è già capitato in passato al numero uno del nostro del mondo del pallone.

Tavecchio: «Inter e Milan? Abbiamo fatto controlli sui soldi dei cinesi»

"FAMIGLIE NEGLI STADI" - Quello degli stadi è in effetti un capitolo importante nel dibattito sull'urgenza di rinnovamento del calcio italiano, e il capo della Federcalcio fa bene a rilevare che «il campionato viene esercitato in stadi che sono inferiori alla media europea anche sotto il sistema della sicurezza». Il tema della sicurezza, insieme all'ammodernamento delle strutture e ai costi, è infatti una parte importante del discorso, ormai vecchio e spesso abusato, del "riportare le famiglie allo stadio". Ma proprio in questo frame, ecco che la dichiarazione di Tavecchio sulla «lap dance» allo stadio, tra una farmacia ed un supermercato, ha suscitato ironica sorpresa e sollevato diverse reazioni critiche.


REAZIONI - «Tavecchio ha scelto il successore che risolverà il problema stadi vuoti...», scherza un utente su Twitter, postando la foto di Cetto Laqualunque, il leader politico ultrapopulista e molto vicino agli umori più istintivi della gente, impersonificato dal comico Antonio Albanese. «Contrordine: allo stadio non ci vuole la moviola in campo ma la lap dance. Parola di Tavecchio», scrive un'altra utente in un tweet. «Un movimento calcistico nazionale che ha Tavecchio come sua massima espressione c'è da chiedersi dove voglia andare», è infine la domanda retorica di un altro commentatore, a dir poco contrariato.

Tags: Tavecchio

Tutte le notizie di Social

Approfondimenti

Commenti