Valentina Allegri si confessa: «Non lavorerò mai nel calcio»
© www.imagephotoagency.it

Valentina Allegri si confessa: «Non lavorerò mai nel calcio»

La figlia dell’allenatore della Juventus si racconta per la prima volta

twitta

mercoledì 12 luglio 2017

TORINO - «Il calcio non sarà mai il mio lavoro», Valentina Allegri, 22 anni, figlia dell’allenatore italiano del momento si racconta al magazine "Grazia", nel numero in edicola questa settimana. Popolarissima sui social, è corteggiata dalla tv e anche da qualche calciatore, ma lei immagina per sé un futuro diverso: «Vorrei recitare, appena finisco gli studi mi piacerebbe entrare in un’accademia teatrale. Per il cognome che porto sarebbe troppo facile iniziare con dei reality show, ma la popolarità non è ciò che desidero. Voglio imparare un mestiere ed essere valutata per ciò che saprò fare», ha confessato.

«Di sicuro devo prendere la laurea (studia Comunicazione alla Cattolica di Milano, ndr) perché mio padre ci tiene. E ci tiene anche che intraprenda un percorso sano. Non condivide la mia passione per il teatro e il cinema, ma se gli dimostro di volerlo davvero, credo mi aiuterà». Valentina ha rivelato che le è stato proposto di occuparsi di calcio ma «non sarà mai il mio lavoro. Ci vivo dentro da troppo tempo, mi ha un po’ stancato».

RAPPORTO CON MAX ALLEGRI - Il rapporto di Valentina con suo padre, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, è molto forte: «Sì, gli sono molto legata. A 16 anni sono voluta andare a vivere con lui per conoscerlo davvero. Era felice e spaventato, mi ha dato molte regole. Anche da maggiorenne dovevo tornare a casa alle 23. Però è stato anche fortunato, perché non amo tanto uscire la sera». E sul gossip dell’estate di cui lui è protagonista non si sbilancia: «Della vita di mio padre preferisco non parlare. Però vale la regola che se lui è felice, io sono felice per lui».

Max Allegri e Ambra Angiolini: è scoppiato l'amore

 

Tags: JuventusAllegriValentina Allegri

Tutte le notizie di Social

Approfondimenti

Commenti