NBA 2K LEAGUE: il recap della Week 1
0

NBA 2K LEAGUE: il recap della Week 1

Con ottimo tempismo, le prime sfide di regular season della NBA 2K League fanno da antipasto alle finali di Conference nella vera NBA.

martedì 15 maggio 2018

Otto partite spalmate su due giorni, questo il calendario della Week 1, che ci porta nel vivo dell'azione dopo il Tip-off tournament conquistato dai 76ers Gaming (ricordiamo che il formato prevede 12 settimane di incontri, inframmezzati da un torneo di metà stagione valido per punti e premi aggiuntivi, per poi chiudere con le finali di agosto). Sul menu troviamo subito risultati interessanti: qualche sorpresa, qualche conferma e qualche delusione.

76ers GC 80 -Bucks Gaming 71

Partiamo con la squadra del momento. I 76ers si confermano caldissimi, bella vittoria contro i Bucks maturata con un autorevole parziale nel secondo quarto. L'attacco di Philadelphia è estremamente bilanciato, tutti i giocatori in doppia cifra tranne Newdini che si ferma a 9, e la tattica è studiata a puntino. In mancanza di una forte difesa sotto canestro, preferiscono lasciare via libera al Buck PeroXide (41 punti) e contenere invece gli esterni. La strategia paga, anche perché in attacco hai ZDS che si sta rapidamente imponendo come la migliore guardia della lega – nonostante sia stato scelto solo al sesto giro del draft. Al tiro, il suo indicatore è sempre verde.

Blazer5 Gaming 81 - Magic Gaming 72

Buon esordio anche per i runner-up del Tip-off tournament, non a caso un altro quintetto ben distribuito. Anche quando il talento Lavish incappa in una brutta giornata al tiro (3/7) i compagni arrivano in suo soccorso; citofonare Dat Boy Shotz, uno dei big man più incontenibili della lega, 25 punti e 9 rimbalzi per lui.

CLTX Crossover Gaming 79 - Wizards District Gaming 78

Il parquet incrociato dei Celtics è suggestivo anche in veste virtuale, e fa subito da palcoscenico a una delle sfide più avvincenti della Week 1. I WDG vanno vicini alla vittoria in trasferta, ma nel finale compiono troppe scelte avventate, tra palle perse e tiri anticipati, consentendo ai CLTX di rimontare 7 punti in 60 secondi. Gran parte del merito del comeback va a oFab, playmaker di razza (23 assist) e tra gli shot-caller più autorevoli della lega – non è caso, è stato la seconda scelta assoluta. Il suo bersaglio preferito di stanotte è stato il centro Arsonal, autore di 38 punti. Abbiamo già parlato di come i temi tattici si articolino intorno alla scelta degli archetipi. Se la difesa non schiera un rim protector, un attaccante da centro area come Arsonal può fare il bello e il cattivo tempo.

CLTX Crossover Gaming 80 - Raptors Uprising 69 OT Celtics

Chiamati al doppio impegno stanotte, e doppia vittoria come risultato, anche stavolta con tanta suspance nel finale. Serve un overtime per decidere la sfida coi Raptors, anche loro alla seconda partita che coincide però con altrettante sconfitte. I Raptors entravano nell'ultimo periodo con un vantaggio di 12 punti, vanificato tuttavia dall'ennesimo one man show di oFab, davvero indiavolato quando si tratta di rubare palla e volare in contropiede. Sue le giocate che hanno spinto l'inerzia in direzione dei CLTX.

Knicks Gaming 77 - Warriors Gaming 74

Finale al cardiopalma. A due canestri di Sleep per i Warriors (rimasto fino a quel momento, come suggerisce il nome, addormentato) risponde Yet Not Gaming che regala la vittoria ai Knicks con 2 secondi sul cronometro. Disattenzione della difesa Warriors nell'ultima azione, già intenta a festeggiare, mentre piovono le prime critiche sul leader designato, Shawn Win: poco aggressivo e azzerato dalla difesa di Goofy, recita il mea culpa su Twitter nel post- partita.

Grizz Gaming 64 - Pacers Gaming 57

Tra i peggiori del Tip-off tournament, i Grizz si riassestano – c'è anche un cambio di roster, con Authentic African spostato da centro ad ala – e battono i favoriti Pacers. Entrambe le squadre devono ancora lavorare per stare al passo con le migliori, specialmente nella gestione troppo statica dell'attacco, ma i Grizz possono godersi i progressi della loro prima scelta, Winner Stayz On.

Kings Guard Gaming 68 - Jazz Gaming 66

I Kings Guard si scuotono da un Tip-off tournament sottotono e cominciano la regular season col piede giusto. Protagonisti di molte distrazioni nelle partite precedenti, stavolta sono lucidi nel disegnare uno schema per Timely Cook che sigla il canestro vincente. Ai Jazz restano pochi secondi senza nessun time out per riorganizzare le idee, non riescono nemmeno a scoccare l'ultimo tiro. Onore al merito per la schiacciata di MrSlaughter, una spettacolare windmill per il momentaneo pareggio Jazz sul 66 pari.

Jazz Gaming 59 - Cavs Legion GC 51

Riscatto immediato per i Jazz in una sfida tra due compagini che puntano in alto. Yeah I Compete (18 punti e 9 assist) gestisce alla grande il cronometro nei minuti finali, non per niente è stato la terza scelta assoluta in una lega che cerca prima di tutto registi di qualità. Tenere a bada la rimonta dei Cavs, in una partita dal punteggio basso, non era cosa facile: dalla loro i Cavs avevano il miglior realizzatore del Tip-off tournament, lo scatenato Hood, contenuto però a un bottino di 19 punti dall'efficace difesa di Deedz.

Pistons GT 70 - Heat Check Gaming 62

Convincente vittoria dei Pistons sulle spalle del loro asso Let's Get it Ramo. Gli Heat si affidano a Ma7estic, ma rispetto ai migliori playmaker della lega non sembra in grado di creare occasioni per i compagni, e l'attacco ristagna. Gli Heat Check restano in attesa di tempi migliori, mentre i Pistons hanno più ragioni per sorridere.

Mavs Gaming 75 - Raptors Uprising 53

Dimez è esattamente il leader che i Mavs si aspettavano, quando l'hanno selezionato con la prima scelta assoluta. Conduce in porto le partite controllando il ritmo, senza bisogno di accumulare numeri eccezionali – ma il conto degli assist, 15 questa sera, è sempre di primissimo livello. Con lui in cabina di regia i Mavs affidano a Dayfri il compito di fare canestro, e il lungo risponde all'appello con 28 punti. Toronto, invece, ha un problema Detoxys? Dovrebbe essere la stella della squadra, ma si limita a due canestri con quattro tentativi.

In questa prima giornata abbiamo assistito a rimonte improbabili e ingenuità nei finali di partita, segno di un approccio strategico ancora da perfezionare, ma gli avversari dei Mavs non potranno aspettarsi nessun regalo da Dimez: se gli dai 20 punti di vantaggio, la partita è chiusa.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Nba 2kleague recap

Commenti

Potrebbero interessarti