Virtus Pro inarrestabili: è loro l'ESL Birmingham di Dota2
0

Virtus Pro inarrestabili: è loro l'ESL Birmingham di Dota2

Un altro Major si chiude, il penultimo della stagione, e i Virtus.Pro sembrano essere in corsa per alzare l'Egida degli Immortali a Vancouver.

mercoledì 30 maggio 2018

Dalla Russia con furore. Niente da fare per le squadre di tutto il resto del mondo: i Virtus.Pro sembrano essere su un livello completamente diverso. L’aggressione senza pari nelle fasi iniziali della partita e il controllo delle rotazioni grazie alla corsia sempre vincente di No[o]ne sono quello che ha portato la formazione russo-ucraina a sbaragliare la competizione senza nemmeno concedere una mappa.

The Pain Train. Contro ogni pronostico, i Pain Gaming mostrano che la regione sudamericana non parteciperà al TI8 solo per scherzare. Eliminando dal torneo sia Team Liquid sia Mineski, i Pain conquistano la top 4 grazie alle performance dei due carry hFn e W33ha. Non solo: i brasiliani riescono anche a scalzare i Fnatic nella finale 3o/4o posto: decisamente una squadra da tenere d’occhio nel torneo mondiale di Agosto.

Secret, Liquid e Mineski: qual è il loro problema? Le grandi squadre cedono il passo a rivali inaspettate. È molto probabile che i grandi nomi della scena di Dota 2 non stiano vivendo un gran momento a causa del continuo cambiamento del sistema di patch: non sono abbastanza veloci nel prepararsi ad aggiornamenti troppo frequenti. Che sia indice di una debolezza di queste squadre, o che invece suggerisca alla Valve di cambiare approccio?

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

dota2 esl Birmingham virtuspro

Commenti

Potrebbero interessarti