Intesa Sanpaolo e gli esport protagonisti alla Milan Games Week
0

Intesa Sanpaolo e gli esport protagonisti alla Milan Games Week

Non sono numerose le aziende esterne all'esport che hanno deciso di promuovere questo settore in Italia. Con grande coraggio lo ha fatto Intesa San Paolo con un evento dedicato a Hearthstone. 

lunedì 8 ottobre 2018

Alla Milan Games Week 2018 presente anche uno dei videogiochi Blizzard più seguiti con le finali dell’Intesa Sanpaolo Hearthstone CUP, organizzata in collaborazione con PG Esports. Un viaggio iniziato a settembre con ben otto tappe di qualificazione disputate in alcune delle filiali bancarie più innovative in tutta Italia. A questo proposito abbiamo intervistato Andrea Lecce, responsabile direzione Sales e Marketing privati e aziende retail della divisione banca dei Territori di Intesa Sanpaolo.

Quest'anno Hearthstone, l’anno scorso PES. Siete passati dai campetti alle locande virtuali: che significato ha per voi tutto questo?

Per noi prima di tutto rappresenta un'area di gioco: da un lato c’è un’abilità connessa al gioco del calcio, dall’altra la strategia e la mente. Li accomuna un luogo in cui le persone si sentono accolte, trascorrendo momenti di socializzazione. Per noi ? fondamentale instaurare un rapporto di questo tipo con i nostri clienti, non solo quando si parla di questioni economiche ma anche negli aspetti generali della società, come il Gaming.

Il vostro pubblico in questo caso è inevitabilmente giovane. Avete una linea molto trasversale con diversissime iniziative, legate non solo al Gaming.

I giovani dettano i trend e sono i primi early adopters dei nuovi mondi. Bisogna star loro vicino per conoscerne gli interessi. Per noi iniziative come quelle del Panini Tour Up!, o di X Factor per il mondo musicale, o ancora il Lucca Comics, sono tutti eventi che hanno in comune la convivialità e i momenti di festa, valori per noi fondamentali.

Nei vari appuntamenti in filiale avete ricreato il mondo di Hearthstone, realizzando un’atmosfera unica. Addirittura alcuni dipendenti si sono trattenuti oltre l’orario di lavoro, incuriositi dall’ambiente insolito e dalla voglia di conoscerne di più.

I nostri colleghi hanno vissuto un'esperienza fresca, anche grazie alla struttura delle filiali che si presta a iniziative di natura trasversale. D’altronde anche in altri momenti che ci hanno visto protagonisti abbiamo rivoluzionato il nostro ambiente: le filiali sono diventate capanne di Zagor, un palco musicale e addirittura ospitato una sfilata di moda. Un modo che permette ai nostri clienti di sentirsi positivamente coinvolti da esperienze differenti.  

Voi quanto vi sentite coinvolti dagli esport?

È un mondo interessantissimo che si muove su un percorso digitale. Accomuna ciò che viene praticato nel mondo fisico, magari su un campo di calcio o di pallavolo, alla concentrazione e alla socialità. Sono tutti valori affini alla nostra visione. In tal senso noi scegliamo i videogiochi che sono sempre in linea con la filosofia della condivisione che è anche il principio ispiratore dei progetti culturali e commerciali del nostro Gruppo.

Gli esport portano anche nuove figure professionali. C’è un futuro per loro e gli esport in Italia? Che trend vi aspettate?

Si dice sempre che il lavoro del domani oggi non esiste. Se adesso esistono figure come i dronisti, ci saranno in futuro tanti altri lavori che oggi non immaginiamo. Dal nostro punto di vista rappresenta una tendenza in crescente evoluzione.

Tornerete l’anno prossimo?

Sì, certo. È stata una bella esperienza, adesso dobbiamo dare consistenza e continuità. Per noi non sono iniziative episodiche: siamo felici di coinvolgere gli appassionati in eventi di questo genere a conferma che siamo la banca di tutti e in particolare il punto di riferimento per i giovani e le loro passioni. Quello degli esport è un fenomeno in grande crescita a dimostrazione del fatto che, in nome di una sana competizione, si possono unire mondi solo apparentemente distanti.

A trionfare all’interno della PG Arena è stato Andrea “Scacc" Scaccia, 25 anni di Frosinone, del team Exeed, nome rinomato della scena esport italiana.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

hearthstone intesa Sanpaolo milan games week

Commenti

Potrebbero interessarti