EULCS - L'ascesa di Giants e Roccat!

EULCS - L'ascesa di Giants e Roccat!

Sorprendono le due giovani formazioni di Giants e Roccat, che con un gioco di squadra semplice ma deciso hanno messo in difficoltà anche le grandi del campionato.twitta

giovedì 1 febbraio 2018

Tutti coloro che seguono appassionatamente le EULCS sanno che dal principio del campionato vale la seguente regola: tutti battono tutti ma alla fine vincono i Fnatic. Il 2018, al contrario, non ne vuole sapere di aderire a questa regola e la classifica al chiudersi della seconda settimana è tutto tranne che prevedibile da chiunque abbia messo mano a dei pronostici.

In particolare sorprendono le due giovani formazioni di Giants e Roccat che con un gioco di squadra semplice ma deciso hanno messo in difficoltà anche le grandi del campionato.

La difesa dei giganti. Nessuno si sarebbe aspettato tanto dal nucleo di tre reietti europei: Felix Betsy Edling, Pierre Steeelback Medjaldi e Charly Djoko Guillard hanno già militato in varie squadre negli ultimi due anni, senza però mai lasciare il segno tra i migliori. L’aggiunta del solido support novellino Raphael Targamas Crabbé e le incredibili dimostrazioni di abilità del toplaner coreano Kim Ruin Hyeong-Min hanno dato alla rosa una chiara identità: giocare una fase iniziale sicura, senza correre troppi rischi, per poi accendere i motori al massimo nelle fasi finali del gioco con campioni quali Azir, Veigar, Cho’Gath e Caitlyn.

Non si può dire che il coach Ramon Naruterador Mesegues non abbia interpretato correttamente la versione 8.1, ma l’aggiornamento 8.2 è dietro l’angolo: se i Giants riusciranno a mantenere questo stile o addirittura ampliare il loro arsenale, allora potranno veramente dirsi leader della classifica.

Cacciatori ingegnosi. È proprio questo l’aspetto che ha assunto Jonas Memento Elmarghichi: il suo stile aggressivo ma ben coordinato sorprende, data la presenza di due giocatori coreani. L’ingresso di Kim Profit Jun-Hyung e Jin Blanc Seong-Min infatti farebbe pensare ad una rosa che fatica ad adattare il proprio gioco e a comunicare in modo efficiente. Invece non è affatto così: i Roccat hanno sempre un piano e giocano veloce, spesso basando le loro azioni su dive rischiosi che garantiscono loro un grande vantaggio se eseguiti a dovere. Anche nell’unica sconfitta contro gli Schalke04 l’idea che avevano in mente era solida, anche se l’esecuzione non è stata adeguata. Eroi nascosti di questo successo sono il coach Simon Fredy122 Payne e Tore Norskeren Hoel Eilersten: il primo ha creato in pochissimo tempo una squadra capace di intesa e favorisce i punti forti di ognuno con draft intelligenti; il secondo con notevoli azioni difensive su Braum che rende Blanc e Martin HeaQ Kordmaa capaci di posizionarsi aggressivamente. Senza dubbio sarà un ban che la squadra dovrà aspettarsi in futuro.

Le due squadre si affrontano nella terza settimana: venerdì alle 19:00 scenderanno sulla Landa per decidere chi delle due subirà la seconda sconfitta. Da non perdere assolutamente, questa partita sembra promettere un livello ben più alto dello scontro tra Fnatic e G2 della scorsa settimana. Quale delle due grandi sottovalutate ne uscirà vincitrice?

Tutte le partite con il commento in italiano in diretta su Twitch

Servizio a cura di redazione GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Tags: giantsroccateulcs

Tutte le notizie di League of Legends

Approfondimenti

Commenti