LEC 2019 - G2 e Misfits già in fuga
0

LEC 2019 - G2 e Misfits già in fuga

G2 e Misfits continuano a convincere. Bene anche gli Origen, i Vitality e gli XL stavolta, mentre i Rogue non riescono ancora a trovare la vittoria.

giovedì 24 gennaio 2019

G2 - Schalke 04 1-0. Anche nel Day 2 i G2 regalano spettacolo: i due MVP sono (ovviamente) G2 Caps e G2 Perkz, rispettivamente Aatrox e Kai’Sa, che impiegano meno di 8 minuti a vincere entrambe le loro corsie, in modo da potersi rendere ancora più utili al loro team grazie a un roaming costante ed estremamente oppressivo, che non lascia scampo allo Schalke. Le impressioni che avevamo avuto durante il Day 1 sono state prepotentemente confermate, e aspettiamo di vedere come proseguirà lo Split per i G2.

XL - Rogue 1-0. Dato che entrambi questi team avevano perso la loro prima partita, si aspettava questo match per vedere quali dei due, in uno scontro diretto, la spuntasse, e il verdetto è: XL. Grazie a XL Caedrel (Kha’Zix), le fasi centrali della partita vedono un andamento uniforme e a senso unico. I Rogue non riescono affatto a imporsi, nonostante la buona prestazione di RGE Sencux (Lissandra). C’è da dire, ad ogni modo, che l’incontro non è particolarmente divertente: poche le uccisioni e poche le call spregiudicate da parte di entrambe le squadre. I margini di crescita ci sono da entrambe le parti, e tutti ci auguriamo di vedere un innalzamento della qualità di gioco offerta da questi ragazzi.

Splyce - Vitality 0-1. Il match, stavolta, è tra due dei migliori team della scorsa stagione. Come eravamo stati abituati a vedere in precedenza, sia gli Splyce che i Vitality si fanno forti di fasi di corsia molto pesanti e oppressivi, con la presenza quasi perpetua del jungler, che sacrifica parte del farming iniziale per essere più attivo sulla mappa e dare man forte ai compagni. Nonostante una partita complessivamente un po’ sottotono (e, per la maggior parte del suo svolgimento, in svantaggio), i Vitality trovano un fight praticamente perfetto intorno al minuto 40, e vincono il game con un Ace pulito. Sicuramente gli onori più alti sono da attribuire a VIT Attila, che con la sua Vayne si carica l’intero team sulle spalle e lo conduce alla vittoria.

Misfits - SK 1-0. Altro giro, altra corsa. Anche i ragazzi dei MSF confermano le aspettative sorte durante il Day 1: gli SK non hanno un singolo momento di respiro per tutto il match, e si trovano a perdere tutte le corsie e la giungla. Non c’è nemmeno un momento in tutta la partita, in cui la lancetta del vantaggio in Oro penda a favore di questi ultimi, che sono quindi costretti a soccombere davanti a uno dei due team che meglio hanno cominciato i LEC. Proprio come era già successo contro i malcapitati Rogue, MSF Febiven e MSF Hans Sama sono gli MVP.

Origen - Fnatic 1-0. Anche oggi, i Fnatic non sembrano riuscire a trovare la mentalità giusta, e soccombono contro gli Origen. Nel complesso, i compagni di Bwipo non giocano affatto male nelle fasi iniziali del match, e riescono a portarsi in vantaggio di diverse kill e di circa 1.000 gold. Il problema maggiore, però, è rappresentato ancora una volta dalla mancanza di aggressività durante tutte le fasi della partita. Dopo l’iniziale vantaggio, infatti, i FNC si rilassano troppo e iniziano a subire i colpi lenti ma efficaci dei loro avversari, che a poco a poco chiudono il gap in Oro e si portano in vantaggio sia in quanto a obiettivi (Draghi e Torri), sia in quanto a uccisioni. Ottima la prestazione di OG Kold.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

lec g2 misfits

Commenti