LCS - Iniziata la stagione anche in Nord America
0

LCS - Iniziata la stagione anche in Nord America

Finalmente al via il campionato Nordamericano di League of Legends, da quest'anno rinominato semplicemente "LCS". Molti i colpi di mercato, e grande curiosità di vedere come i nuovi innesti abbiano portato (o meno) vantaggi ai team.

martedì 5 febbraio 2019

Team Liquid - Cloud9 1-0. I giochi si aprono con un match interessantissimo: quello tra TL e C9. L’ormai ex, TL Jensen, si trova ad affrontare la squadra che l’ha formato, cresciuto e aiutato a diventare il gran player che può dire di essere oggi. Come il Nordamerica ci ha sempre abituati a vedere, già dalle fasi iniziali del match si registrano numerosissime aggressioni da parte di entrambe le squadre, ma sono i Liquid, proprio grazie a Jensen, ad avere la meglio nella maggior parte di esse.

La partita, nonostante tutto, procede in modo piuttosto equilibrato, senza sbilanciarsi eccessivamente, ma dopo la mezz’ora i TL diventano semplicemente inarrestabili nonostante la team composition decisamente incentrata su alto quantitativo di danno nelle fasi iniziali della partita (Lucian e Lee Sin su tutti), portandosi quindi alla vittoria in 36 minuti.

Team Liquid - Counter Logic Gaming 1-0. Altra partita, stessa storia: i Team Liquid si presentano nuovamente agli occhi dei loro supporters al massimo della forma, e non lasciano scampo nemmeno ai CLG, che vantano l’importante innesto di PowerOfEvil in corsia centrale. Questa volta il vero MVP sembra essere TL Doublelift (Xayah), molto convincente nella prestazione odierna. Sia gli obiettivi che il vantaggio in Oro parlano chiaro: sono i Liquid a dominare il campo in lungo e in largo, con ben 4 Draghi e un Barone Nashor all’attivo. In poco più di mezz’ora la pratica verrà archiviata dopo l’ennesimo teamfight a dir poco perfetto da parte di Jensen e compagni.

Cloud9 - 100Thieves 1-0. Dopo un inizio di campionato non proprio convincente da parte dei Cloud9, questi promettenti ragazzi scendono in campo col sangue agli occhi e dominano i 100Thieves, team molto atteso a causa dei grandi colpi di mercato messi a segno dalla dirigenza negli ultimi mesi (Bang su tutti). Nonostante una grandissima potenza sulla carte, però, i 100T non sembrano essere ancora sul pezzo, e sembrano non avere ancora una sufficiente sinergia tra compagni di squadra. Il migliore della Landa è certamente C9 Nisqy, da poco subentrato a Jensen (ora in forza nel Team Liquid), e già estremamente convincente sul suo Aatrox. Ci vorranno poco più di 25 minuti per vincere.

FlyQuest - OpTic Gaming 1-0. Partita un po’ sotto tono rispetto alle altre della giornata, specialmente considerando che nella passata stagione entrambe queste squadre avevano trovato non poche difficoltà nel performare al livello delle loro dirette concorrenti. Anche qui troviamo diversi cambiamenti di roster tra cui, su tutti, l’arrivo di Pobelter ai FLY. Contrariamente a quanto visto finora, il match si presenta molto lento, con poche azioni spregiudicate da ciascun lato della mappa. Nonostante un momentaneo svantaggio nelle fasi centrali dell’incontro, saranno alla fine i FlyQuest a portare a casa la vittoria con dei fight eseguiti quasi alla perfezione e un Barone Nashor provvidenziale, trovato nel momento migliore possibile.

Clutch Gaming - Echo Fox 1-0. Un altro match con l’ex, stavolta si tratta del toplaner: Huni, l’anno scorso in forza presso i FOX e ora attivo nei CG. Anche stavolta, la partita appare piuttosto lenta e con poche uccisioni nelle fasi iniziali dell’incontro, ma nonostante ciò, i Clutch riusciranno ad ottenere una vittoria molto convincente, che sembra porli in una luce diversa rispetto alla passata stagione, in cui potevano vantare un midlaner di tutto rispetto quale Febiven, ora tornato in Europa e membro dei Misfits.

FlyQuest - Golden State Guardians 1-0. Non ce ne vogliano gli atleti di questi due team, ma si è trattato probabilmente della partita meno emozionante dell’intera settimana: non solo pochissime le uccisioni, ma anche fasi di corsia eccessivamente anonime, senza invasioni nè rotazioni degne di nota. I FLY riescono a trovare un discreto vantaggio in Oro intorno al minuto 25, momento in cui i GGS verranno definitivamente annullati e messi all’angolo, impossibilitati a reagire in qualsiasi modo. Decisamente buona la prestazione di FLY WildTurtle e FLY V1per (rispettivamente Ezreal e Sion), capaci di posizionarsi molto bene nei teamfight, rispettando i loro compiti di ADCarry e Toplaner (tank, nel caso specifico).

Counter Logic Gaming - OpTic Gaming 0-1. Match davvero molto avvincente questo tra CLG e OPT, combattuto fino alla fine senza esclusione di colpi. I CLG cominciano molto bene e trovano un discreto margine di vantaggio sui loro avversari nelle fasi di avvio del match, ma verso il ventesimo minuto le parti si invertiranno e saranno gli OpTic a tornare in totale controllo del match. Da sottolineare la prestazione di OPT Asta (Ezreal), giocatore ignoto ai più, ma che oggi si è dimostrato essenziale ai fini della vittoria finale degli OpTic.

100Thieves - Team Solo Mid 0-1. Davvero poco da dire riguardo questo incontro, che ha visto in campo praticamente una sola squadra: stiamo parlando dei TSM. E’ difficile parlare di questo match senza mettere sotto i riflettori TSM Zven, un mostro sul suo Ezreal: nonostante il suo diretto avversario fosse niente meno che Bang (lo ricordiamo, si tratta di un ex SKT, due volte campione del mondo con il team coreano), il vantaggio ottenuto dall’ADCarry dei TSM è davvero mostruoso, e dopo 30 minuti di gioco può vantare un punteggio di 7/0/1. Naturalmente, bisogna tenere in considerazione la bravura di tutti i suoi compagni di squadra, estremamente abili nell’allocazione delle risorse. Detto questo, non c’è molto altro di cui parlare: ai Solo Mid basteranno 35 minuti per portare a casa la prima vittoria di questi LEC 2019.

Echo Fox - Golden State Guardians. Entrambe le squadre avevano perso il loro primo incontro durante il Day 1, e ci si aspettava quindi un match avvincente e ricco di colpi di scena, proprio perchè tutti volevano dimostrare il loro vero valore dopo una prima apparizione non molto convincente, ed effettivamente è proprio ciò che è accaduto. Nonostante la perenne parità in uccisioni tra i due team, la Gold Lead degli Echo Fox arriva a raggiungere le 9.000 unità al minuto 35.

È facile, quindi, immaginare l’esito della partita: dopo un ultimo Barone Nashor sapientemente conquistato dai FOX, basterà un ultimo teamfight nella base dei GGS per portare a casa la vittoria. In ultimo, vogliamo sottolineare quanto la gestione del macro game sia svolta meglio dal team di Apollo e Hakuho, dato che alla fine dei giochi questi ragazzi disporranno di ben 5 Draghi (2 dell’Oceano e 3 Infernali) e 8 Torri contro le 2 dei Golden State.

Clutch Gaming - Team Solo Mid 1-0. Dopo la grande prestazione del Day 1, i TSM commettono il primo passo falso della loro stagione, regalando un game praticamente ipotecato ai Clutch, che dalla loro possono dire di aver saputo sfruttare al meglio le occasioni fornitegli dai Solo Mid. Dopo un avvio di partita estremamente convincente (5-0 dopo 15 minuti), Zven e compagni si perdono in un bicchiere d’acqua, e permettono ai loro avversari di tornare miracolosamente in partita. Grandissima la prestazione di CG Damonte (Akali) e CG Piglet (Ezreal), veri MVP della giornata.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

lcs tsm liquid

Commenti