LCS - Classifica corta in Nord America
0

LCS - Classifica corta in Nord America

Non moltissimi cambiamenti in questa seconda settimana di LCS. La classifica rimane ancora molto corta, date le vittorie di FlyQuest, Team Liquid e OpTic Gaming.

lunedì 11 febbraio 2019

Team Solo Mid - FlyQuest 0-1. La giornata si apre col botto, con i FLY che portano a casa la vittoria contro niente di meno che i TSM, colpevoli di non riuscire a rendersi affatto pericolosi nonostante una team composition molto aggressiva, che vanta non solo una Camille in giungla, ma anche una Syndra in corsia centrale e un Urgot in quella superiore. I FlyQuest, grazie ad alcune bellissime azioni di FLY Pobelter (Zoe), riescono invece a dimostrare tutta la loro potenza, e grazie anche ad una perfetta allocazione di risorse su Zoe e Kai’Sa, non faticheranno più di tanto per vincere la partita.

Cloud9 - Counter Logic Gaming 0-1. Grosso passo falso questo dei Cloud9 contro i Counter Logic Gaming: il team di Sneaky, infatti, cede il passo a quello di Darshan, sicuramente più equilibrato in quanto a team composition. Nonostante un vantaggio in Oro non molto pronunciato a favore dei CLG stessi, i 5 draghi ottenuti da questi ultimi e le molte uccisioni su CLG Stixxay (Ezreal) e CLG Darshan (Sion), decretano la sconfitta dei Cloud9, impossibilitati a rispondere a una formazione che, oggi, ha giocato ai limiti della perfezione.

100Thieves - Team Liquid 0-1. Curiosa la draft dei 100Thieves, che riportano dopo moltissimo tempo Yorick in corsia superiore e Viktor in quella inferiore. Dopo un inizio di gara abbastanza equilibrato tra le due fazioni, già dallo scoccare dei 20 minuti la situazione comincia a delinearsi sempre più chiaramente, e lo fa in favore dei Liquid, forti di uno spiritato TL Jensen (Akali) e del suo fido compagno TL Doublelift (Xayah), che sta giocando uno split a dir poco sensazionale, con prestazioni al top. Ai 100Thieves va certamente criticata l’allocazione delle risorse, accumulate tutte quante su Sejuani, un jungler tank che di certo non ha bisogno di soldi quanto un carry vero e proprio.

FlyQuest - Counter Logic Gaming 0-1. Questo incontro è la prova che in una partita di League of Legends non si può mai scrivere la parola “fine” prima dell’esplosione del Nexus. Per l’intera partita la situazione rimane sempre la stessa: pochissime uccisioni (che sono comunque a favore dei CLG) e vantaggio in Oro dei FlyQuest, che a 40 minuti di partita arriva a ben 7.000 unità. Nonostante questo, però, i Counter Logic riescono a organizzarsi meglio, e a far valere la loro team composition molto forte in late game. Dopo aver ottenuto il buff del Barone Nashor, infatti, non ci vorrà altro che un ultimo teamfight per portare a casa la vittoria.

Clutch Gaming - OpTic Gaming 0-1. Arriva il primo passo falso dei CG, costretti a cedere il passo a dei convincentissimi OpTic Gaming. A dettare il ritmo della partita, come ormai di consueto, è il Sion di OPT Dhokla, davvero fortissimo in questa patch, al punto da non lasciar scampo neanche al Jayce di CG Huni. Per la prima volta in questo split, tra l’altro, un Lee Sin in giungla (per gli OpTic) risulta essere finalmente utile, e riesce a mettere utilissime risorse nelle mani dei suoi carry e, come si diceva, del suo toplaner. Dopo poco più di 30 minuti di partita, grazie al buff del Barone Nashor, gli OpTic chiudono la pratica e ringraziano i Clutch per la vittoria.

Golden Guardians - 100Thieves 0-1. Scontro nella parte bassa della classifica, che vede affrontarsi i Golden Guardians, che dall’anno scorso sembrano non essersi affatto rinforzati, e 100Thieves, che vantano dalla loro parte degli innesti di tutto rispetto come Bang in corsia inferiore. Nonostante il vantaggio in uccisioni dei GGS, la lancetta dell’Oro punta praticamente per tutto il game verso il lato rosso della mappa, quello dei 100T. L’azione decisiva sarà quella in cui i Thieves ruberanno il Barone ai Golden Guardians, vincendo il game grazie al buff ottenuto.

Echo Fox - OpTic Gaming 1-0. Partita estremamente statica, con uccisioni globali che si contano sulle dita di una mano fino ai 30 minuti, e con entrambi i team che si studiano fino all’inverosimile al posto di agire, dimostrando una grande “timidezza”, per così dire, nell’esporsi. Dopo tantissimo tempo torna a vedersi un Rengar in giungla (per OPT Dardoch), ma non si rivelerà una scelta proficua, tant’è che Kha’Zix (FOX Rush) riuscirà a surclassare pesantemente il suo diretto avversario, sia in quanto a controllo della giungla stessa, sia in quanto a utilità portata al proprio team.

Team Liquid - Clutch Gaming 1-0. Una brutta settimana per i CG, che dopo il convincente 2-0 della prima Week, vengono sconfitti anche dai Team Liquid. I TL si dimostrano molto aggressivi fin da subito, aggredendo anche in corsia i membri dei Clutch, i quali però non si lasciano sopraffare e riescono a ribattere nella maggior parte delle situazioni. Assolutamente ottima la scelta di Aatrox nelle mani di TL Jensen, che ricoprirà insieme a Braum anche il ruolo di frontline nei teamfight. Anche TL Impact (Akali) è autore di una splendida prestazione, portando danni e burst a tutto il team. Altra vittoria per i Liquid dunque, che si portano a 4W-0L.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

lcs liquid tsm recap

Commenti