LEC 2019, il recap del Day13
0

LEC 2019, il recap del Day13

Bene Origen e Vitality, mentre tornano a vincere gli Excel, stavolta contro gli SK. Jiizuke grande assente contro i Misfits, ma i Vitality riescono a vincere nonostante tutto.

domenica 10 marzo 2019

Origen - Splyce 1-0. Molto convincenti questi Origen, assolutamente all’altezza della posizione della classifica che attualmente ricoprono, mentre vanno male gli Splyce, che non sembrano avere molte idee nella giornata di oggi. OG Patrik (Sivir) è inarrestabile, e grazie alla sua Ultimate riesce a portare molta utilità al suo team oltre che alla grandissima quantità di danni che tale personaggio è capace di fare. SPY Vizicsacsi (Ryze) è forse la pedina debole della squadra quest’oggi, ma più in generale gli Splyce pagheranno una Draft che lascia decisamente a desiderare: troppo potere magico selezionato tra Ryze in corsia superiore, Zoe in quella centrale e potenzialmente anche Ezreal in corsia inferiore, con possibilità di acquistare degli oggetti AP e fare quindi danno anche di questo tipo.

SK - Excel 0-1. Un game ai limiti del reale: gli Excel distruggono gli SK. XL Special (Zoe) è una mina vagante, e riesce a fare una quantità di danni inimmaginabile. Allo scoccare dei 25 minuti le uccisioni per quest’ultima saranno già 6, e gli oggetti completati 4, e sarà quindi impossibile per il malcapitato SK Pirean (Orianna), decisamente sottotono rispetto a quello che siamo abituati a vedere. Non capita spesso di dirlo, ma gli SK hanno trovato davvero una bella vittoria, sia in quanto a uccisioni che a gestione del macro e del micro game.

Vitality - Misfits 1-0. Jiizuke è assente e al suo posto subentra VIT Saken, regolarmente attivo nei Vitality Bee, accademia degli stessi VIT. In uno scontro così importante, quindi, l’assenza del membro più proficuo di un team è certamente preoccupante, ma il sostituto interpreta benissimo il suo ruolo e si rende protagonista di una bellissima prestazione nei panni di Ryze, riuscendo a splipushare bene quasi quanto il titolare. Molto bene anche VIT Cabochard, che col suo Sylas top riesce ad annullare un ormai troppo nerfato Urgot. I Misfits pagano una Draft poco attenta ai counterpick e troppo incentrata sul meta appena cambiato (basti vedere la scelta di Rek’Sai).

G2 - Rogue 1-0. Un altro bel game dei G2, che non lasciano scampo (di nuovo) ai Rogue e si portano su un punteggio in classifica di 11-1. Contrariamente al game di cui sopra, la scelta di Rek’Sai sembra ripagare il rischio corso, specialmente insieme alla Irelia di G2 Wunder, molto abile nel contenere il Jax di RGE Finn, estremamente forte in questa patch grazie al buff della runa del Conquistatore e degli oggetti più forti che proprio tale campione di solito utilizza. Poco da dire, invece, riguardo i Rogue, che si sono dimostrati complessivamente poco adatti allo Split che stanno disputando.

Fnatic - Schalke 04 1-0. I Fnatic sembrano definitivamente essersi ripresi dal momento negativo iniziale, e riescono a sconfiggere anche i ragazzi dello Schalke 04, da tempo ormai poco convincenti. Nelle mani di FNC Broxah torna nuovamente Karthus, il campione che più di tutti può ottenere uccisioni con il minimo sforzo possibile, semplicemente sfruttando la sua Ultimate. Dopo ormai molto tempo, in corsia inferiore torna a vedersi il duo Xayah/Rakan, a quanto pare ben funzionante contro Kai’Sa/Alistar. Principali debolezze dello S04 si riveleranno essere Vladimir e LeBlanc, quest’ultimo champion notoriamente molto pericoloso in early game, ma non sfruttato correttamente da S04 Abbedagge.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

origen vitality lec

Commenti