Sc2: Serral
0

Sc2: Serral "eroe dei due mondi", il WCS Austin è suo!

Prima di essere il secondo evento del circuito WCS di Starcraft II, quello di Austin, è un Dreamhack.

martedì 5 giugno 2018

Un evento fieristico di enorme caratura internazionale, meta ambita da tutti i migliori giocatori al mondo che, all’interno dell’Austin Convention Center, si sono dati battaglia per strappare un biglietto per le future WCS Global Finals che, molto probabilmente, si disputeranno nella cornice del BlizzCon 2018. Al torneo di Starcraft II hanno preso parte ottanta giocatori provenienti da ogni parte del mondo o arrivati in America grazie alle prestazioni maturate nei tornei zonali di qualificazione che hanno garantito l’accesso diretto alla competizione a stelle e strisce.

Tra questi troviamo anche dei giocatori “azzurri”, tra i quali possiamo ricordare il giovanissimo Clément “Clem” Desplanches degli Exeed eSports che, compiuti i sedici anni lo scorso 8 aprile ha potuto prendere parte al suo primo evento WCS della carriera, Miko?aj "Elazer" Ogonowski e Julian "Lambo" Brosig del Team QLASH che hanno ben figurato. Il torneo è stato vinto da Joona "Serral" Sotala, semplicemente il giocatore non coreano, al momento, più forte al mondo, capace di vincere due eventi WCS in questo 2018 (WCS Lipsia, ndr.) con relativa semplicità mantenendosi al top della condizione anche a distanza di mesi e maturando una consapevolezza nei propri mezzi davvero unica nel suo genere.

Oggettivamente parlando, il giocatore degli Ence ha rispettato il pronostico della vigilia, sbaragliando l’agguerrita concorrenza, finendo per essere lui il “mattatore” di un torneo lungo e pieno di possibili insidie. Prima di andare ad analizzare la finale assoluta tra Mana e Serral, bisogna necessariamente parlare dell’ottima prestazione di Lambo che ha raggiunto, per la prima volta nella sua carriera su Starcraft II la semifinale in un evento WCS, a dimostrazione del fatto che il recente periodo in Corea del Sud è servito a temprare il carattere di un ragazzo che ha delle ottime qualità. Bene anche Elazer che si è arreso al solo SpeCial ai quarti di finale dopo una buona prestazione che ha portato i due talenti del Team QLASH a brillare sul suolo americano.

Per quanto riguarda Clem, il ragazzo degli Exeed eSports ha lottato, ma ha anche pagato lo scotto del suo primo torneo veramente importante, soffrendo la tensione nei momenti decisivi, finendo comunque per essere eliminato dignitosamente al terzo group stage da TLO e Serral, due giocatori, al momento, su cui il talento francese deve ancora lavorare molto per ridurre il gap. Straordinario, oggettivamente, il percorso di Mana, che da anni presente sulla scena competitiva mondiale di Starcraft II era entrato negli ultimi anni in una spirale di buoni piazzamenti ma senza mai eccellere, l’ultima sua vittoria in un torneo premier risale, addirittura, al lontano 2012.

Il giocatore del Team Liquid sembra essersi finalmente ritrovato e in finale contro Serral ha messo in seria difficoltà il finlandese che è addirittura passato in svantaggio sul 2-1, costretto ad una rimonta non facile in una finale comunque complicata. Serral è poi riuscito a vincere 4-2, imponendosi in tutta la sua meravigliosa forza, abbattendo la propria “scure” su Lost and Found, Catalyst e Darkness Sanctuary. Il giocatore del Team Ence ha ottenuto, grazie a questa vittoria, 20,000$ di primo premio ritrovandosi ad essere l’unico giocatore europeo capace di conquistare due tornei del circuito WCS di fila, inseguendo concretamente il primato di Neeb che proprio nel 2017 era riuscito a diventare campione in tre appuntamenti del circuito.

Il prossimo appuntamento con il Dreamhack e con il WCS di Starcraft II sarà a Valencia dal 12 al 14 luglio dove debutterà, molto probabilmente, anche l’azzurro Riccardo “Reynor” Romiti degli Exeed eSports.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

sc2 serral Austin wcs

Commenti

Potrebbero interessarti