Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

F1 Monaco, Arrivabene: «Non è stato possibile attaccare dopo la Virtual Safety Car»
© LAPRESSE
0

F1 Monaco, Arrivabene: «Non è stato possibile attaccare dopo la Virtual Safety Car»

Si è dovuto accontentarsi del secondo posto di Vettel il team Principal della Ferrari

lunedì 28 maggio 2018

MONTECARLO – Il weekend del GP di Monaco per la Ferrari è andato sicuramente meglio rispetto alla gara di Barcellona, anche se il secondo posto di Vettel e il quarto di Raikkonen non soddisfano in pieno il team principal Maurizio Arrivabene, soprattutto se si pensa alla doppietta del 2017: «Questo weekend di gara, rispetto a un anno fa, era apparso più difficile sin dall’inizio. Ma grazie al lavoro di tutta la squadra, la SF71H è migliorata progressivamente, fino a garantire la seconda posizione in qualifica; che tuttavia, in un circuito come questo, non ha permesso di ottenere, in gara, un risultato anche migliore».

NIENTE SORPASSI Il dirigente della Rossa ha poi parlato della tattica di gara, ostacolata dall’avvento della virtual safety car: «Come tutti, avevamo studiato una strategia a una sola sosta, che richiedeva di risparmiare la gomma nel secondo stint, in modo da poterla sfruttare negli ultimi giri. Dove però, visto l’intervento della Virtual Safety Car, non è stato possibile attaccare».

RISULTATI

CLASSIFICA

ferrari Arrivabene vettel

Commenti

La Prima Pagina

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti