IN Torino

Festa della Donna, curiosità ed eventi a Torino
© ANSA

Festa della Donna, curiosità ed eventi a Torino

Come è nata la ricorrenza, curiosità ed eventi per festeggiare a Torino la Giornata Internazionale della Donnatwitta

martedì 8 marzo 2016

L'8 marzo si celebra la Festa della Donna, tra mazzi di fiori e mimose, il tripudio delle graminacee per chi soffre di allergie, in cui l'attenzione viene canalizzata tutta sull'universo femminile. Molti gli eventi organizzati nelle città e le iniziative a favore della figura femminile, eppure c'è ancora un po' di confusione attorno alla vera storia di questa Festa, chiamata anche Giornata Internazionale della Donna.

La versione più ricorrente è che l'8 marzo si commemori, a New York, il rogo di una fabbrica di camicie Cotton, dove nel 1908 sarebbero morte centinaia di operaie. Eppure non è questo il motivo della ricorrenza. A inizio secolo il Partito socialista americano raccomandò a tutte le sezioni locali di riservare l'ultima domenica di febbraio, del 1909, all'organizzazione di una manifestazione in favore del diritto di voto femminile. Il Woman's Day, che si celebrò il 23 febbraio del 1909. L'anno successivo l'iniziativa si allargò ad altri Paesi d'Europa, fino a quando nel 1921 la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste fissò all'8 marzo la Giornata internazionale dell'operaia e stabilì che quella data come riferimento per tutti i Paesi. In Italia si celebrò per la prima volta soltanto nel 1922.

Per questa ricorrenza a Torino è stata organizzata, dall'8 al 15 marzo, una settimana culturale legata al tema della donna, e per la donna. L'8 marzo è stato organizzato un tour che passa dalle strade ai monumenti più importanti del capoluogo piemontese, visitando i luoghi in cui sono passate, o in cui hanno vissuto, le donne che hanno reso celebre Torino. Il Museo Egizio e le bellissime sale del Palazzo Reale saranno aperte è visitabili gratuitamente, insieme alla maggior parte dei musei statali, che saranno gratuiti per il gentil sesso. Aderiranno all'iniziativa: l'Armeria Reale, il Museo di Antichità, la Galleria Sabauda, Palazzo Madama, il Museo di Antropologia Criminale Cesare Lombroso, il Museo di Arte Orientale e fuori città al Museo di Arte Contemporanea di Rivoli e al Castello di Miradolo. Anche i musei privati hanno aderito all'iniziativa, promuovendo l'ingresso con tariffa speciale, al Museo dell'Automobile, la Fondazione Accorsi-Ometto, il Museo del Risorgimento e la Palazzina di caccia di Stupinigi.

Dopo il tuffo nella storia e nel mondo dell'arte, si parla anche di cibo, e lo si fa recandosi in piazza Castello, dalle 19.00, per un ricco buffet offerto. Per le amanti della musica, la serata potrà proseguire al Bellagio Club, dove dalle 21.00, dopo aver degustato ottimo cibo, si potrà ballare in compagnia anche dell'attore Francesco Arca.

All'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Torino la donna si celebra tutto l'anno, infatti il 72% dei dipendenti è donna, tra veterinarie, biologhe chimiche informatiche e personale amministrativo. Mentre sabato 12 marzo il Museo di Antropologia Criminale Cesare Lombroso ha in programma "Donne criminali", una visita guidata alla scoperta dei crimini femminili più noti.

Al cinema per chi volesse c'è "Suffragette", diretto da Sarah Gavron con protagoniste Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e Meryl Streep, quest'ultima nei panni di Emmeline Pankhurst, attivista e politica britannica che guidò il movimento suffragista femminile del Regno Unito.

Tags: TorinoFesta della DonnaSuffragetteFilmstoriaricorrenzaeventiculturaMuseo EgizioPalazzo Realepiazza CastellomammaCose da saperecuriosità

Tutte le notizie di IN Torino

Approfondimenti

Commenti