IN Torino

Stop alle vacanze! Si riparte all'insegna dello sport

Stop alle vacanze! Si riparte all'insegna dello sport

Tra vecchie e nuove discipline per rimettersi in moto dopo gli stravizi delle vacanze estive, il nuovo trend ormai è l'outdoortwitta

mercoledì 13 settembre 2017

Finisce l’estate ed è tempo di tornare ad allenarsi, non per forza in palestra e dopo le “fatiche”estive, lo sport all’aria aperta aiuta a ritrovare confidenza con il proprio corpo e magari a scoprire e praticare una nuova disciplina che alleggerisca cuore e mente, ecco alcuni dei nostri consigli. Padel, lo sport rivelazione. Nato nella seconda metà del ’900, può essere definito un parente del tennis, si può svolgere in coppia ed è estremamente divertente. Come tutte le attività sportive richiede uno sforzo fisico ma si tende a sentire meno la fatica perché è un gioco che riesce a coinvolgere molto. Va però fatta attenzione: bisogna approcciarsi a questo gioco con un discreto livello di preparazione fisica per evitare infortuni e divertirsi al massimo. 

Parkour, spirito urbano. Basandosi su numerosi salti non è per tutti, di solito piace ai giovani e ai giovanissimi. Tra le attività outdoor più in voga del momento, possiamo definirla una derivazione della ginnastica artistica. In cosa consiste? Salti in spazi urbani: la città è il suo habitat naturale. I più bravi arrivano addirittura a saltare da un cornicione all’altro dei palazzi. Ovviamente come in tutte le discipline motorie ci sono varie versioni e vari livelli: le versioni base si svolgono anche all’interno di palestre attrezzate e possono essere adattate a un pubblico più ampio. 

Tennis, uno sport senza limiti. È sicuramente una delle attività outdoor più conosciute, apprezzate e praticate. Permette grande divertimento e si può praticare a tutte le età e a tutti i livelli, non ci sono limiti. Grazie al tennis socializzi e comunichi con gli altri, che siano avversari o compagni. Anche qui è consigliabile un adeguato riscaldamento e stretching finale, oltre un’eventuale attività compensativa dato che, non essendo un’attività simmetrica come l’atletica, gli arti superiori vengono sollecitati maggiormente di quelli inferiori.

Tags: benessereAllenamentoSportoutdoortornare in formapadelTennisparkour

Tutte le notizie di IN Torino

Approfondimenti

Commenti