Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Motomondiale: nuove regole per bandiera rossa e cadute
© Getty Images
0

Motomondiale: nuove regole per bandiera rossa e cadute

Dopo la riunione di venerdì scorso a Madrid cambiano alcune regole: in caso di bandiera rossa ripartiranno solo i piloti "attivi", chi cade al traguardo otterrà una posizione e

mercoledì 5 dicembre 2018

MADRID - La Grand Prix Commission ha deliberato alcune modifiche al regolamento tecnico per la stagione 2019 del Motomondiale durante la riunione dello scorso venerdì a Madrid. La prima riguarda quali piloti possono ripartire in griglia dopo la sospensione di una gara per bandiera rossa. Secondo quanto si legge nel comunicato appena diffuso potranno riprendere a correre i piloti «attivi o attivamente competitivi» al momento dell'interruzione. Ossia coloro i quali erano in pista o stavano facendo ripartire la loro moto, o tornando in pista o in pit lane.

CADUTA AL TRAGUARDO L'altra modifica riguarda invece la classificazione dei piloti che cadono a pochi metri dall'arrivo. Prendendo spunto dal caso di  Moto3 del 2017 ad Assen, quando  Bo Bendsneyder cadde al traguardo e gli fu negato il decimo posto in gara. Dal 2019, invece, in una situazione analoga, al pilota verrà comunque assegnata la posizione e sarà stabilita in base a chi tra lui e la moto taglierà per prima la linea del traguardo.

Tutto sul motomondiale

Motomondiale gp commission 2019

Commenti