Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp, Schwantz: «Lorenzo non è finito»

Jorge può ancora essere campione, ma la Yamaha deve sviluppare ancora la moto ed essere più competitivatwitta

giovedì 9 gennaio 2014

ROMA - «Un pilota che si rompe una clavicola e torna a correre dopo solo una settimana è capace di qualsiasi cosa». E' quanto ha detto a MotorcycleNews l'ex campione del mondo Kevin Schwantz, parlando di Jorge Lorenzo. Secondo Schwantz, Jorge «ha fatto il massimo che poteva con la Yamaha, e tutti possono vedere che la moto non aveva a disposizione lo stesso pacchetto della Honda», nonostante questo Jorge è stato il pilota che ha vinto più gare ed è stato in testa per più giri nel 2013.

POTENZIALE AL MASSIMO - Ecco perchè Schwantz crede che Lorenzo sia ancora un serio candidato al titolo. «E' stato campione per due volte, ha la forza mentale per esserlo ancora e le capacità di tirare fuori tutto il potenziale dalla Yamaha. Certo se la moto è più competitiva è meglio: la Yamaha punterà sullo sviluppo o lo lascerà andare via verso la Honda? In ogni caso Lorenzo è tutt'altro che finito».

Tutte le notizie di Moto Gp

Approfondimenti

Commenti