Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp, Rossi: «A Motegi posso tornare a vincere»
© EFE

MotoGp, Rossi: «A Motegi posso tornare a vincere»

Il pilota della Yamaha ci tiene a fare bene nel Gp di "casa" del suo costruttore: «Grande pista e grande atmosfera»twitta

mercoledì 12 ottobre 2016

ROMA - Valentino Rossi è già in Giappone dove domenica 16 ottobre si correrà la quindicesima gara della stagione. Il Twin Ring Motegi sarà teatro della sfida nella quale il "Dottore" dovrà essere il migliore se vuole tenere il passo non solo del leader iridato Marc Marquez (Repsol Honda), distante 52 punti, ma anche del rivale di box Jorge Lorenzo, terzo ma in recupero soprattutto di condizione. Per Rossi fare bene sarà quindi fondamentale. Dopo il terzo posto di Aragon, il numero 46 proverà ad allungare la striscia di podi su un tracciato dove è arrivato nelle posizioni che contano molte volte. Nella massima serie si e' imposto nel 2001 e nel 2008 con i secondi posti nel 2000, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2009 e 2015 mentre nel 2010 e 2014 sono stati due gradini più bassi del podio.

OLTREOCEANO «Amo le gare oltreoceano, sono circuiti fantastici - ha spiegato Rossi - Sulla carta siamo favoriti e spero di lottare per la vittoria. Sono particolarmente felice di essere in Giappone perché è la casa del nostro costruttore e farò del mio meglio per interpretare un grande Gp. La pista mi piace, mi piace l'atmosfera; siamo pronti per il triplete», sostiene riferendosi ai tre Gran Premi consecutivi che si disputeranno questo mese: Motegi, Phillip Island e Sepang.

PARLA LORENZO Anche Jorge Lorenzo ha un buon feeling con la pista. Negli ultimi sette anni, lo spagnolo è salito sul podio di Motegi sette volte, vincendo il Gran Premio del Giappone nel 2009, 2013 e 2014, classificandosi al secondo posto nel 2011 e 2012, e chiudendo terzo nel 2006 e 2015. «Siamo di fronte alla parte più impegnativa ed emozionante della stagione perché avremo tre Gran Premi oltreoceano che dal punto di vista delle energie fisiche e mentali chiedono molto ai piloti - ha spiegato lo spagnolo - La pista di Motegi mi fa venire in mente ricordi molto belli, amo il Giappone e mi piace molto questo circuito. Per tutti noi e per le persone che lavorano alla Yamaha questo è un Gp molto importante, la gara di casa. La fine del campionato è ancora lontana, devo pensare a guidare nel miglior modo possibile per cercare di essere sempre competitivo e vincere.Sarebbe fantastico tornare alla vittoria proprio qui».

Classifica piloti

Tags: rossiyamahaMotogp

Tutte le notizie di Moto Gp

Approfondimenti

Commenti