Moto

SuperBike, Troy Bayliss ci riprova a 48 anni
© XinHua

SuperBike, Troy Bayliss ci riprova a 48 anni

Il tre volte campione del mondo proverà a conquistare il titolo australiano, sempre mancato per un soffio. Correrà con il team DesmoSport: «Ho provato la moto e sento che sono in grado di farcela»
twitta

mercoledì 13 dicembre 2017

ROMA - Ha conquistato tre titoli mondiali in SuperBike, ma nel campionato australiano è arrivato per due volte secondo. Troy Bayliss non ci sta, e si rimette in gioco a 48 anni suonati. Il pilota aussie ha deciso di scendere di nuovo in pista, a quasi dieci anni dalla sua ultima stagione competitiva. Lo farà con la Ducati 1299 Panigale R Final Edition del team DesmoSport di cui è co-proprietario, con l’obiettivo di mettere il titolo che gli manca in bacheca. Dopo il suo ritiro, avvenuto nel 2008 con la conquista del terzo trionfo in SuperBike, Bayliss ha successivamente fatto due apparizioni nel mondiale SBK, nel 2015. Dunque, prima di decidere sul ritorno, si è messo alla prova per vedere se fosse in grado di scendere di nuovo in pista in maniera costante.

MISSIONE INCOMPIUTA «Inizialmente avrei preferito prendere un giovane pilota per il 2018, ma dopo che ho provato la moto, ho sentito il bisogno di correre e di vincere il titolo che mi è sfuggito più volte - ha spiegato Bayliss - ho sentito di dover portare a termine una missione incompiuta. Ora mi servirà un po’ di allenamento per ritrovare il ritmo, ma dopo aver testato la moto ho capito di essere perfettamente in grado di farcela».

Tutto sulla SBK

Novità per il 2018

Tags: MotoSbkbayliss

Tutte le notizie di Moto Gp

Approfondimenti

Commenti