Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp, il Team Estrella Galicia Marc VDS si è presentato

MotoGp, il Team Estrella Galicia Marc VDS si è presentato

Si schiera in tutte le classi la squadra di Michael Bartholemy twitta

lunedì 5 marzo 2018

TORINO – La presentazione del Team Estrella Galicia Marc VDS, che si presenta in tutte e tre le categorie, si è svolta a Madrid. In Moto3 e Moto2 la squadra di Michael Bartholemy si presenta ai nastri di partenza come favorita per il titolo. Nella categoria minore saranno Aron Canet e Alonso Lopez a tentare l'asslto al Mondiale, mentre in quella di mezzo è la coppia formata da Alex Marquez e Joan Mir a fare la parte del padrone. In MotoGp sono due esordienti a guidare le Honda RC213V: lo svizzero Thomas Luthi e l'italiano Franco Morbidelli, campione in carica di Moto2. «L'anno scorso abbiamo avuto la grande soddisfazione di vincere il titolo Moto2 con Morbidelli, in una grande sfida contro Luthi. una bella sfida e sono molto orgoglioso del modo in cui le cose sono state fatte, ma è chiaro che ci sono ancora molte cose da fare». Ha detto il boss del team Bartholemy.

I PILOTI Hanno poi parlato tutti i piloti a cominciare da quelli di Moto3 con Aron Canet, che punta in alto: «Dobbiamo solo pensare ad affrontare una gara per volta cercando di mantenerci sempre nel gruppo di testa e di arrivare a lottare per il titolo». Il debuttante Alonso Lopez non si fa illusioni: «Sarà un anno difficile, ma già conosco la squadra perché è la stessa con cui ho corso nel CEV. L’obiettivo è imparare e dare il massimo sempre». La parola passa poi a Joan Mir che vorrebbe ripetersi anche in Moto2: «Sono contento di essere arrivato in questa squadra perché, se vuoi vincere, devi essere in una squadra al top e questo team lo è. Hanno già due campioni (Rabat e Morbidelli). È il mio primo anno e tutto quello che può accadrà sarà buono». Il fratello “d'arte” Alex Marquez ammette: «L'inverno è andato bene e dobbiamo continuare così. L'anno scorso ho commesso l'errore di pensare troppo al titolo e sono arrivati errori, cadute e infortuni». Passando ai piloti della classe regina Morbidelli ha detto: «Essere campione del mondo aumenta la fiducia, ma ora ripartiamo praticamente da zero e dobbiamo cercare di imparare più possibile. Abbiamo visto che siamo migliorati in ogni test . Il feeling con la Honda migliora ogni volta di più e non vedo l’ora di cominciare». Gli fa eco Tom Luthi: «Per me poi è speciale entrare a far parte di questa struttura. Mi sono sentito come se fossi in famiglia, sono una squadra molto professionale. Al momento punto ad imparare e soprattutto a ridurre il distacco dai primi».

Bartholemy: «Abbiamo portato Morbidelli a essere Campione del Mondo»

Tutto sulla MotoGP

Tags: marc vdsmorbidelliBartholemy

Tutte le notizie di Moto Gp

Approfondimenti

Commenti