Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp KTM, Smith: «Mi ritirerò se non ci sarà una moto per me»
© Getty Images
0

MotoGp KTM, Smith: «Mi ritirerò se non ci sarà una moto per me»

Con l'arrivo di Zarco alla scuderia austriaca il prossimo anno non ci sarà più posto per l'inglese

lunedì 4 giugno 2018

TORINO – Per Bradley Smith nel 2019 non ci sarà più posto in KTM, con l'arrivo di Johann Zarco e la conferma di Pol Espargaró. Anche nel Team Tech3 i sedili sono già occupati da Syahrin e Oliveira e così il pilota britannico rischia di rimanere a spasso. In un'intervista ad Autosport Smith ammette la possibilità di un ritiro prematuro: «Alla fine della stagione vorrei correre ancora in MotoGp. Ho avuto una carriera fortunata in cui sono stato in grado di guidare le migliori moto del mondo contro i migliori piloti. Se una di quelle moto all’interno di questo campionato non sarà disponibile, allora sarò felice di chiudere il capitolo del mondo delle corse e fare qualcos'altro».

COLLAUDATORE A Smith rimarrebbe la carta del collaudatore. Situazione che non scarta a priori: «Con il ruolo di collaudatore hai ancora la possibilità di essere all'interno del paddock e di guidare le moto migliori. Quello che sta facendo Kallio è fantastico e dovremo vedere se ci sarà un'occasione di questo tipo». Su un futuro in Superbike l'inglese ha affermato: «Ho sempre guidato moto da corsa, so cosa sono bravo a fare e so quello che mi piace. Il Mondiale Superbike è pieno di talento, ma non sono sicuro che una derivata di serie si adatti al mio stile».

CALENDARIO

CLASSIFICA

 

ktm smith espargaro zarco

Commenti

Potrebbero interessarti