Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp Yamaha, Meregalli: «Abbiamo sempre lavorato duramente»
© Bongarts/Getty Images
0

MotoGp Yamaha, Meregalli: «Abbiamo sempre lavorato duramente»

Prima della ripresa del mondiale il team manager della casa dei tre diapason ha fatto il punto della situazione

venerdì 27 luglio 2018

TORINO – La vittoria manca ormai da più di un anno in casa Yamaha, ma ultimamente sembra che le cose siano migliorate, visto che i due piloti sono riusciti a trovare il podio con continuità e al Sachsenring è arrivato addirittura un doppio podio con Rossi e Vinales. Ha parlato del momento positivo il team manager Maio Meregalli al sito francese paddock-gp.com: «Se guardiamo al campionato, possiamo essere soddisfatti, anche se non abbiamo ancora vinto e non siamo riusciti a essere veloci su base regolare. Tuttavia, abbiamo sempre lavorato duramente, anche in situazioni difficili. Alcuni piccoli miglioramenti potrebbero fare una grande differenza, ma penso anche che con i 250 punti rimasti da distribuire, tutto è possibile. Riuscire a mettere un po' di pressione su Marquez ci aiuterebbe».

BILANCIO Meregalli ha poi parlato della prima parte della stagione dei suoi piloti: «I risultati di Rossi sono il frutto del suo desiderio di fare bene, della sua passione e del suo lavoro. Uno dei suoi meriti è quello di ottenere il massimo dalle persone che lavorano con lui. Per quanto riguarda Vinales è normale per un ragazzo così giovane a volte non essere in grado di stare calmo e non avere la pazienza di gestire i momenti difficili. All’inizio non riusciva ad essere competitivo nei primi giri, ma ora è veloce fin dall'inizio della gara. È il risultato di un buon lavoro di squadra. Maverick è un pilota molto forte quando è in buone condizioni. Sta a noi dargliele». Sui problemi della moto ha aggiunto: «Non è mai facile risolvere alcuni problemi. Ci vuole tempo. Dovremmo ricevere un piccolo miglioramento a Brno, ma non sarà una rivoluzione».

CLASSIFICA

CALENDARIO

yamaha Meregalli rossi viñales

Commenti

Potrebbero interessarti