Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp Avintia, Rabat: a Silverstone «poteva andare peggio»
© Alessandro Giberti Ph
0

MotoGp Avintia, Rabat: a Silverstone «poteva andare peggio»

In conferenza stampa ha ammesso che non sa ancora quando tornerà a correre. Rispetto all'incidente, il pilota si sente fortunato

lunedì 3 settembre 2018

TORINO – Si sente fortunato, ma acnora non sa quando tornerà in pista. Tito Rabat ha parlato oggi ai giornalisti dall'ospedale Dexeus Quirón di Barcellona, dove è stato trasferito qualche giorno fa dall'Inghilterra. A Silverstone, il pilota dell'Avintia era stato protagonista di una brutta caduta durante le FP4 e conseguente investimento da parte di Franco Morbidelli. Se l'è cavata con una tripla frattura alla gamba e un leggero pneumotorace. Rabat ha confessato che sente ancora molto dolore, a tal punto da far fatica a dormine.

FORTUNA Il catalano è conscio del fatto che le cose si sarebbero potute mettere male sulla pista bagnata e scivolosa di Silverstone. «Sono stato fortunato. Se la moto (di Morbidelli, ndr) mi fosse finita nel fianco sarebbe potuto succedere di peggio. Avrei potuto evitarlo guardando indietro. Ricordo di aver visto Rins che mi diceva di andarmene. Sarebbe potuta andare molto peggio. Queste sono cose che possono accadere. Fa parte del rischio di questo sport, anche se sicuramente qualcosa può essere migliorato».

RIENTRO Per quanto riguarda il suo rientro in pista, il pilota dell'Avintia non si è sbilanciato: «Spero che non ci voglia troppo tempo per tornare in pista, seguirò quello che i medici mi dicono, la priorità è recuperare il prima possibile. Sono loro che comandano, decideranno in base a come si evolve la situazione della gamba».

CLASSIFICA

CALENDARIO

rabat avintia morbidelli

Commenti

Potrebbero interessarti