Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

MotoGp, Marquez: «Vorrei l'esperienza di Rossi»
© AFPS
0

MotoGp, Marquez: «Vorrei l'esperienza di Rossi»

Il campione del mondo ha rivissuto la stagione 2018 in un'intervista a Sky

sabato 22 dicembre 2018

ROMA - «Nel 2018 ho imparato a non stressarmi. Nel 2017 ho vinto il titolo, ma ho sentito la pressione, quest'anno invece sono rimasto calmo fin dall'inizio». Dopo il quinto titolo in MotoGp, Marc Marquez torna a raccontarsi in un intervista a Sky Sport, in cui fa il punto sui sei anni vissuti nella classe regione. Il suo rendimento fin qui è stato eccezionale, ma il campione del mondo considera ancora inarrivabile il record di Agostini: «Nessun pilota di questa era raggiungerà mai i 15 titoli di Agostini, ma un giorno verrà un altro pilota più forte di me. La vita è così, noi proviamo a vincere un'altra volta, vediamo dove arriviamo».

IMPARARE DAGLI ERRORI Sulla stagione appena trascorsa Marquez spiega di aver commesso qualche errore «come tutti gli altri, sono ancora giovane». In particolare al Mugello e a Valencia, dove non ha scelto correttamente le gomme: «Se avverti la pressione del mondiale - spiega - tendi a scegliere la stessa gomma del tuo rivale. E invece sono caduto, devo imparare». Il pilota Honda racconta poi che da tutti i suoi avversari piacerebbe ereditare una qualità: «Da Rossi vorrei l'esperienza, durante le gare riesce sempre a dare di più: nel corso del weekend magari ha difficoltà, ma la domenica trova sempre qualcosa di speciale e non so da dove la tiri fuori. Apprezzo la guida pulita a precisa di Dovizioso, la velocità e il modo di affrontare le curva. È tutto molto importante in MotoGp».

LORENZO L'arrivo di Lorenzo alla Honda, secondo Marquez, potrà essergli molto utile: «Da un punto di vista tecnico potrei sapere qualcosa in più su come funziona la Ducati, è questo il vantaggio di avere un compagno di squadra che arriva da un altro team». Sui rapporti con il maiorchino, il "Cabroncito" dice che «sono buoni. Logicamente nessuno è amico dell'altro, ma fuori falla pista è una relazione molto professionale».

Honda, la presentazione il 23 gennaio

Motogp marquez honda

Commenti