Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Mondiale Superbike a Misano: Rea vince la prima manche

Mondiale Superbike a Misano: Rea vince la prima manche

Il nordirlandese della Kawasaki sale di nuovo sul primo gradino del podio dopo due mesi. Sykes è secondo dopo una gara “fotocopia”, terzo Van der Mark. Canepa primo degli azzurritwitta

sabato 18 giugno 2016

 Federico Porrozzi

Grandi protagonisti della prima manche del mondiale Superbike di Misano sono stati i due alfieri Kawasaki, che anche grazie ai vari ko dei rivali più temuti sono riusciti a fare la differenza nelle fasi iniziali e a correre una gara a “braccetto”. Jonathan Rea è stato sempre in testa, seguito come un’ombra da Sykes: Tom ha studiato tutta la gara i punti più favorevoli dove cercare l’attacco sul compagno di squadra ma alla fine non ce l’ha fatta. Rea è stato bravo, nelle curve decisive dell’ultimo giro, a chiudere tutte le “porte” e ad uscire poi in testa dall’ultima curva, tornando alla vittoria dopo due mesi di digiuno (ad Assen l’ultimo trionfo) e a omaggiare i tifosi italiani nel giro d’onore con il casco tricolore.
Il secondo posto di Sykes, arrivato ad un soffio da Rea, dimostra ancora una volta lo strapotere dei due piloti britannici e della Kawasaki, che non sembra poter avere avversari validi da qui alla fine della stagione. Saranno loro due, Jonathan e Tom, a giocarsi il titolo del 2016.

VAN DER MARK, PODIO INSPERATO - La terza posizione è andata a Michael Van der Mark. L’olandese, in sella alla Honda ufficiale, è riuscito a concretizzare al meglio il lavoro svolto durante le prove. Ieri non era sembrato molto “in palla” ma oggi, l’assetto della sua CBR era perfetto e il giovane talento della Honda ha centrato un podio importante e probabilmente insperato. Le emozioni più grandi di questa gara sono arrivate da Chaz Davies: protagonista del contatto con Savadori alla prima curva, il britannico della Ducati si è ritrovato in fondo al gruppo ma è stato autore di una rimonta pazzesca: a suon di giri veloci, Chaz è riuscito a chiudere quarto, ad un soffio (due secondi) dal podio. Chapeau.

BMW ALTHEA E CANEPA YAMAHA OK - Ottime anche le prestazioni delle due BMW Althea. Torres e Reiterberger erano attesi alla conferma al top dopo le prove vissute da protagonisti e sono riusciti a chiudere rispettivamente in quinta e sesta posizione, ancora una volta nella zona alta.
Bella la gara di Niccolò Canepa: chiamato a sostituire Guintoli, il genovese ha sfruttato al meglio la conoscenza del circuito e ha sfiorato la top five. Soprattutto, ha fatto nettamente meglio rispetto al compagno di squadra Lowes, quarto nei primi giri ma tredicesimo al traguardo a causa di un errore. 

GIUGLIANO E HAYDEN KO. SFORTUNA FORES - Nella top ten sono finiti Leon Camier (anche lui coinvolto nell’intoppo iniziale e bravo a rimontare fino all’ottava posizione), Roman Ramos e Anthony West, bravi a chiudere tra i primi dopo una gara consistente soprattutto nelle fasi iniziali. Alex De Angelis (Aprilia) ha chiuso dodicesimo mentre Davide Giugliano non è andato oltre il quattordicesimo a causa di una scivolata nel primo giro mentre si trovava nella scia di Sykes e Rea. Nelle prime battute è uscito di scena a causa di una caduta anche un altro possibile protagonista della gara, Nicky Hayden (Honda), tra i più veloci in prova.
Da segnalare la bella prova di uno sfortunato Xavi Fores, quinto fino a tre giri dalla fine ma costretto al ritiro a causa di un problema sulla sua Ducati.

Tags: superbikemisanoreasykeskawasaki

Tutte le notizie di Superbike

Approfondimenti

Commenti