Motori

Due Ruote

Mercedes Classe S Coupé, in 'piega' come in moto

Debutta finalmente sul mercato la granturismo della Casa di Stoccarda, caratterizzata da lusso, sportività e l'innovativo sistema di controllo delle sospensioni Active Body Control.   twitta

martedì 1 luglio 2014

Addio linee classiche, morbide e poco appariscenti. Anche la Classe S della Mercedes si è adeguata a un corso stilistico teso a soddisfare l’esigenza di non passare troppo inosservati, particolarmente sentita soprattutto nei mercati emergenti. Di conseguenza la coupé di famiglia, presentata allo scorso Salone di Ginevra, si presenta decisamente grintosa, con il muso caratterizzato dalla classica forma ad “A” di spoiler e labbro inferiore. D’obbligo anche la grande stella a tre punte nella presa d’aria anteriore.

La lunghezza di oltre 5 metri non ha impedito di ottenere una linea slanciata grazie al tetto basso e a taglio di coda. Volendo, si possono scegliere in opzione i fari con cristalli Swarovski per luci diurne e indicatori di direzione. Gli interni sono molto lussuosi, con forme curvilinee della plancia e immancabili rivestimenti in pelle. Come sulla berlina spicca il grande schermo della strumentazione digitale che si prolunga dal sedie di guida a tutta la parte centrale della plancia. Sono molte le funzioni, da quella del navigatore al telefono, controllabili con il display centrale. Tra queste c’è anche il controllo del massaggio sui sedili anteriori, con tanto di riscaldamento, di serie sulle varianti più prestigiose.

Due le versioni disponibili in Italia: la S 500 Coupé 4Matic e la più potente S 63 Coupé AMG, anch’essa a trazione integrale 4Matic, in listino a partire rispettivamente da 131.370 e 183.600 euro. Sicuramente silenziosa e molto confortevole, la S 500 Coupé non mostra un comportamento particolarmente sportivo neppure con le relative regolazioni di cambio, sterzo e assetto. Il motore di 4663 cm3 dispone di 455 cavalli con la possibilità di accelerare da 0 a 100 km/h in 4”3, ferma restando l’autolimitazione di velocità a 250 orari, comune anche alla S 63 AMG. Molto interessante il nuovo sistema di controllo delle sospensioni ABC (Active Body Control) che completa il dispositivo Magic Body Control che insieme al Road Surface Scan permette di tarare la vettura in anticipo adeguandosi ad ogni situazione della strada, precaricando gli ammortizzatori esterni in curva in modo da ridurre il rollio, riconoscendo le pieghe grazie a una telecamera. Disponibile come optional, migliora il comportamento anche in rettilineo riducendo l’eventuale pompaggio su fondi sconnessi.
Chi ama la guida brillante ha nella S 63 AMG 4Matic con l’altro V8 di 5461 cm3 e 585 cavalli un’arma più adatta alle sue esigenze: nonostante i 2070 kg di peso, il rollio è ulteriormente ridotto con una più che discreta maneggevolezza anche nel misto, oltre alla possibilità di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3”9. Migliorabile, nel caso, solo la risposta del cambio automatico a sette marce, leggermente in ritardo soprattutto se usato in modalità manuale.

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti