Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Con la guida autonoma potrebbero scendere i premi assicurativi

Con la guida autonoma potrebbero scendere i premi assicurativi

Per Volvo, entro il 2020 potrebbero sparire 20 miliardi di dollari a livello globaletwitta

mercoledì 4 maggio 2016

di Alessandro Vai

 

ROMA - Con le auto guida autonoma scendereanno drasticamente i prezzi delle assicurazioni, almeno secondo Volvo, che è uno dei marchi pionieri in questa nuova tecnologia. La Casa svedese cita una ricerca condotta da Swiss RE e Here, secondo cui entro il 2020 le tecnologie driverless potrebbero cancellare 20 miliardi di dollari di premi assicurativi a livello mondiale. Attualmente, infatti, le assicurazioni auto generano il 42% dei premi lordi del ramo danni, che è il segmento premi individuale più grande a livello globale. Ma, la nuova generazione di sistemi di assistenza alla guida potrà ridurre il numero di incidenti dell'80% entro il 2035 - lo prevede la NHTSA, l'ente americano per la sicurezza stradale - determinando un crollo dei premi assicurativi. 
 
L'obiettivo principale della guida autonoma, in ogni caso, rimane la riduzione dei feriti e delle vittime. Le Case costruttrici, poi, prevedono che le auto in grado quindi di escludere completamente il conducente dalla guida effettiva per alcuni tratti del percorso, saranno disponibili dal 2021 in poi. In questo modo si dovrebbe ridurre il numero degli incidenti, ma anche le conseguenze di quelli inevitabili, che avverrebbero comunque a velocità ridotta. Rimane da vedere se davvero le compagnie assicurative coglieranno l'occasione per diminuire le tariffe e rinunciare alla parte più consistente del loro guadagno. 

Tags: Volvoguida autonomaAssicurazioni

Tutte le notizie di Assicurazioni

Approfondimenti

Commenti