Motori

Due Ruote

SBK, Biaggi chiede la wild-card per Misano

Il due volte campione del mondo Superbike, ora commentatore tv, ha chiesto ufficialmente di partecipare al round italiano come wild-card in sella all'Apriliatwitta

sabato 16 maggio 2015

di Federico Porrozzi

 

La notizia è arrivata nella “sua” Vallelunga, che questo week-end sarà teatro del Campionato Italiano Velocità: Max Biaggi è pronto per tornare a correre. L’Aprilia ha fatto richiesta per farlo partecipare come wild-card all’ottavo round del mondiale Superbike, in programma per il 21 giugno sul circuito di Misano Adriatico.

 

DECIDE LA DORNA - Anche se solo per una gara “spot”, il sei volte campione del mondo attirerebbe pubblico e sponsor e molto probabilmente la Dorna, da sempre attenta al business, non si lascerà sfuggire l’occasione di avere un pilota del suo calibro in una delle gare più attese della stagione. Proprio al promotore spagnolo, infatti, spetterà decidere se farlo correre o meno.

 

UN ALTRO “VECCHIETTO” – Dopo il 46enne Bayliss, ex-campione del mondo scelto dalla Ducati per sostituire Giugliano (infortunatosi prima dell’inizio della stagione) e capace di far “impennare” gli ascolti, quello del 43enne Biaggi potrebbe essere un altro nome importante per mantenere alto l’interesse degli appassionati per la Superbike.

 

TORNA L’AZZURRO? - Soprattutto dei tifosi italiani, che fino alla gara di Assen hanno assistito alle cavalcate trionfali dei vari britannici Sykes, Rea, Haslam e Davies ma che già da Imola hanno potuto gioire per il ritorno (con tanto di podio) dello stesso Giugliano. E che, a Misano, potrebbero sognare un doppio duello italo-romano tra Ducati e Aprilia e tra Giugliano e Biaggi.

 

IPOTESI PILOTA-COMMENTATORE – Se cosi fosse, ci sarebbe già l’ok da parte di Mediaset (con cui Max ha un contratto in essere) e il giro di pista fatto poche settimane fa a Vallelunga con il microfono nel casco farebbe pensare che il ruolo di pilota potrebbe non escludere quello di commentatore.

 

QUALE APRILIA? - Ci sarà da capire anche quale moto guiderebbe: se una RSV gestita dal Team Red Devils (in cui ritroverebbe come capotecnico Enrico Folegnani, con il quale vinse il mondiale 250 Gp del 1997 in sella alla Honda) oppure una messa a disposizione direttamente dal reparto corse Aprilia Racing.

 

A DUE ANNI DAL TITOLO - Oggi Max scende periodicamente in pista come collaudatore (Aprilia, appunto) ma in questo caso tornerebbe a correre una gara vera dopo due anni e mezzo di assenza. L’ultima fu Magny-Cours del 2012, quando con un quinto posto si laureò iridato Superbike per la seconda volta.

 

MISANO, PISTA AMICA - Tornerebbe a Misano, una pista che gli si addice particolarmente: in sei stagioni di derivate di serie, sul circuito romagnolo ha corso dodici manche tra Suzuki, Ducati e Aprilia conquistando otto podi totali e quattro vittorie. Un bel biglietto da visita, per il ritorno del “Corsaro”...

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti