Due Ruote

Motori
Vespa "Sei giorni", un omaggio alla storia in serie limitata

Vespa "Sei giorni", un omaggio alla storia in serie limitata

La tecnologia e la vocazione al turismo della famiglia GTS, incontrano la storia e la tradizione sportiva della Vespa.

twitta

martedì 11 luglio 2017

 Alessandro Vai

ROMA - La Vespa Sei Giorni è una versione speciale, prodotta in edizione numerata, erede dell’originale e omonima Vespa Sport “Sei Giorni”. Un modello entrato nella leggenda, realizzato appositamente per la massacrante gara di regolarità “Sei Giorni Internazionale di Varese” del 1951, nella quale fu protagonista assoluto e sorprendente, conquistando 9 medaglie d’oro. A spingerla è il 300 Euro 4, un monocilindrico a 4 tempi, 4 valvole, raffreddato a liquido, a iniezione elettronica, capace di erogare 21,2 CV e 22 Nm.

STILE - Lo stile della nuova Vespa Sei Giorni è un richiamo esplicito alla classicità di Vespa. Ne sono elementi caratterizzanti il “faro basso” sul parafango anteriore così come il manubrio essenziale ma pieno di informazioni nella strumentazione fasciata da un cupolino brunito. L’estetica generale segue gli stilemi delle Vespa più sportive col portanumero nero ripreso direttamente dalla livrea della mitica Squadra Corse degli anni ’50 ed è esaltata da particolari completamente neri - come i cerchi e il silenziatore di scarico - e da grintosi dettagli rossi.

SELLA - La sportività della Vespa Sei Giorni è sottolineata anche dalla sella con look monoposto (ma in realtà omologata anche per il passeggero) in doppio rivestimento con cadenino, impunture elettrosaldate sulla seduta e cuciture bianche in contrasto. Sul controscudo, infine, la targhetta “Special Edition” con il numero di serie ricorda l’unicità di questo modello speciale.

Tags: vespa

Tutte le notizie di Due ruote

Approfondimenti

Commenti