Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Husqvarna Svartpilen 401: #SottoEsame
0

Husqvarna Svartpilen 401: #SottoEsame

Una monocilindrica fuori dalle righe, capace di sorprendere: ecco con quale punteggio ha superato il nostro test

martedì 4 settembre 2018

Ridotta solo nella cilindrata, la Svartpilen è una moto decisamente appagante. Certo, l’aspetto new-age deve piacere, ma se ciò accade la piccola austro-svedese è pronta a farti scoprire una guida divertente e molto efficace su qualunque tipo di strada. Basta provarla per realizzare come, quando ciclistica e motore sono ben curati, si possa trovare grande gusto anche con pochi cavalli. Scopriamo come va la Husqvarna Svartpilen 401, protagonista di questo #SottoEsame.

DESIGN - Le linee minimal ma allo stesso tempo ricercate colpiscono subito e rendono questo modello riconoscibile tra 1.000. Particolari come il pratico portapacchi sul serbatoio, mentre le protezioni (il paracoppa e quella del tubo di scarico) insieme agli pneumatici ‘tassellati’ e alla piega del manubrio alta e dritta in stile off-road, contribuiscono ad enfatizzare l’accento scrambler. Bella, originale e coraggiosa. VOTO: 8,5

CONTENUTI TECNICI E DOTAZIONE - In un segmento in cui si tende a fare economia su tutto, lei si distingue per la grande cura nei dettagli e per il forte carattere identitario, capace di farla amare o odiare senza mezze misure. La base da cui nasce è quella della KTM Duke 390, con cui condivide telaio a traliccio e propulsore monocilindrico di 373 cm3 capace di 44 CV e dotato di ride-by-wire e frizione antisaltellamento. Le sovrastrutture hanno invece forme tutte nuove, un faro tondo molto particolare e una coda corta come poche altre, che termina sospesa a mezz'aria. Le immancabili sospensioni WP hanno escursioni da stradale e non offrono registri di regolazione idraulica, mentre i freni, con singolo disco anteriore, sono marchiati Bybre, sottomarca di Brembo. VOTO: 8,5

POSIZIONE GUIDA E COMFORT - Con un manubrio di ispirazione fuoristradistica la sella discretamente alta, la posizione somiglia molto a quella di una enduro, non fosse per le pedane, in questo caso leggermente arretrate. Il setting delle sospensioni tende al comfort, quindi in città risulta ideale, ma anche tra le curve di montagna dice la sua. Complici la poca potenza e il peso ridotto (150 kg a serbatoio vuoto) non affatica mai alla guida ed è raro vederle entrare in crisi. VOTO: 8

PIACERE DI GUIDA E FATTORE EMOZIONALE - Facile e amichevole, ma anche capace di tirare fuori una grinta inaspettata, il propulsore gira pulito a tutti i regimi e, intorno ai 6.500 giri, tira fuori una grinta notevole, che resta tale fino a circa 9.000 giri. Accidenti che divertente la Svartpilen tra le curve! Ti permette di violentare il gas trattandolo come una sorta di "tutto aperto-tutto chiuso" e diventa divertimento puro ovunque lo si guidi. E poi, a differenza della sorella maggiore Vitpilen 701, qui il sound di scarico si fa sentire eccome. I tassellati Pirelli Skorpion Rally danno un bel look all'insieme e su strada rendono bene, ma ci sarebbe piaciuto provarla con pneumatici più stradali, giusto per vedere di cos'altro sarebbe capace. VOTO: 9

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO - I 6.550 € f.c. sono una cifra sopra la media, ma anche la dotazione tecnica è al di sopra agli standard del segmento. Chi cerca una piccola molto ben realizzata qui può trovare soddisfazioni. VOTO: 8

CONCLUSIONI - Se vi piacciono le sue linee, la Svartpilen è un'ottima compagna di giochi, che può essere anche felicemente sfruttata per il diporto cittadino. In movimento e parcheggiata si fa sempre notare attirando la curiosità di tanti. Questo modello, inoltre, è accessibile anche con patente A2. VOTO FINALE: 8,4

SCHEDA TECNICA
Modello Svartpilen 401Motore Monocilindrico DOHC di 373 cm3Potenza 44 CVCapacità serbatoio 9,5 lOmologazione Euro4Peso dichiarato 150kg senza benzinaPrezzo 6.550 f.c.

husqvarna svartpilen 401

Commenti

Potrebbero interessarti