Due Ruote

Motori
EICMA: svelata la nuova Ducati Scrambler 1100

EICMA: svelata la nuova Ducati Scrambler 1100

A Milano, a poche ore dall'apertura di EICMA 2017, Domenicali ha tolto il velo ad una proposta dedicata ai motociclisti più smaliziatitwitta

lunedì 6 novembre 2017

di Federico Porrozzi

Il modello di grande successo della Casa italiana diventa “grande”: alle motorizzazioni 400 e 800, infatti, nell’evento pre-EICMA è stata svelata anche quella con motore bicilindrico da 1.079 cc raffreddato a aria, derivato dalla Monster 1100 e rispettoso delle normative Euro4. Numeri? 86 cv a 7.500 giri/minuto di potenza e una coppia massima di 88,4 Nm a 4.750 giri/minuto. Il telaio è un traliccio a doppia trave in acciaio con telaietto in alluminio e forcellone bibraccio fuso in alluminio. La forcella è Kayaba rovesciata mentre l’ammortizzatore posteriore è maggiorato, così come il doppio freno a disco anteriore da 320 mm con pinze monoblocco radiali. Belli i due terminali di scarico che si integrano alla perfezione con il posteriore del mezzo e con il portatarga (finalmente alto). Il faro anteriore è tondo e ha una nuova cornice in alluminio mentre le luci posteriori sono a LED.

NUOVA STRUMENTAZIONE E C’E’ IL TRACTION CONTROL - La strumentazione completamente digitale è stata realizzata ad hoc per questa versione. E’ a due elementi: uno dalla forma circolare, tipica di tutti gli Scrambler e uno aggiuntivo dal design allungato che ha permesso l’inserimento di un numero maggiore di informazioni, tra cui la velocità, l’apertura del cavalletto e parte dei dati del Ducati Multimedia System. Oltre a tutte le caratteristiche comuni alla “famiglia” (serbatoio a goccia da 15 litri con guance intercambiabili, sella bassa e più generosa rispetto alla versione 800 sia per il pilota che per il passeggero, manubrio largo e cerchi in lega a 10 razze), può contare su ABS Bosch Cornering, ride by wire, traction control (esordio in famiglia) e 3 riding mode. Due le colorazioni disponibili: “’62 Yellow” telaio nero e sella nera e “Shining Black”, telaio nero e sella nera.

DUE VERSIONI SPECIALI - Alla standard si affiancano anche due versioni dedicate al mondo delle personalizzazioni e a quello sportivo: la prima si chiama Scrambler 1100 Special e strizza l’occhio alle “modern classic” grazie alle ruote a raggi neri, agli scarichi cromati e ai parafanghi, anteriore e posteriore, in alluminio. Il colore “Custom Grey” è unico per questa versione così come il forcellone spazzolato e la forcella, regolabile, con foderi anodizzati di colore oro. Tra le altre caratteristiche, il manubrio basso a larghezza variabile e la sella marrone. Lo Scrambler 1100 Sport è invece vicina al segmento “racing”. Si ispira alle tante preparazioni in chiave “racer” realizzate negli ultimi anni ed è ben riconoscibile grazie alla forcella e all’ammortizzatore regolabili Öhlins. Lo Scrambler® 1100 Sport è caratterizzato dal colore “Viper Black” con sottoguancia e doppia banda centrale gialla su serbatoio e parafanghi, cerchi in alluminio con razze lavorate a macchina, manubrio a sezione variabile e sella con rivestimento dedicato.

Tags: scramblerducati1100eicmaMilano

Tutte le notizie di Eicma

Approfondimenti

Commenti