Due Ruote

Motori

Yamaha presenta la special Playa del Rey

A The Bike Shed 2015, organizzato a Londra dal B.S. Motorcycle Club, Yamaha ha svelato, tra le altre, la XV950 ‘Playa del Rey’ by Matt Black Custom Designs  twitta

lunedì 25 maggio 2015

Al secondo appuntamento annuale di The Bike Shed 2015, organizzato a Londra nell’ultimo scorso fine settimana dal B.S. Motorcycle Club, Yamaha ha svelato, tra le altre, la XV950 ‘Playa del Rey’ by Matt Black Custom Designs.Per una delle sue ultime creature Yard Built, la Casa giapponese è scesa nel sud Europa, in un’officina appena fuori Malaga, in Spagna. Nascosta nelle assolate strade di San Pedro, la crew Matt Black Custom Designs ha lavorato con passione ed entusiasmo al suo primo progetto Yard Built. Il risultato è un tributo alle racer che correvano agli inizi del secolo scorso nei “Board Track”, circuiti ovali con fondo in legno.

SQUADRONE AL LAVORO - La sua realizzazione ha richiesto tutto l’impegno e la creatività del team Matt Black: Anthony Partridge ha trasferito il suo talento sul metallo, costruendo a mano il serbatoio e altre parti impegnative; il capo tecnico Kurt Lohse ha usato il suo genio per un impianto elettrico che sposa forma e funzione; il project manager Dom Kelly ha sfruttato la propria abilità nella progettazione 3D per dare vita all’idea sullo schermo, prima che venisse prodotto ogni singolo componente, e ha curato la lavorazione a macchina di alcune parti. Non c’è Yard Built senza una verniciatura "come si deve", e la special di Matt Black non fa eccezione. Il mago delle livree Ray Hill ha dato il tocco finale con una grafica caratterizzata da un intricato motivo di filetti, e ha contribuito al lavoro di finalizzazione della moto.

TRIONFO DAL... PIENO - A Matt Black Custom Design hanno prodotto una numerosa serie di parti in billet ricavate dal pieno. L’elenco comprende i cerchi da 21 pollici, la puleggia posteriore con sistema cush drive, la struttura del coperchio in plexiglass trasparente per le punterie, il carter motore sul fianco sinistro e il copribatteria su quello destro. Anche il piccolo carter sulla sinistra e la cover per la puleggia anteriore sono stati ricavati dal pieno ed è stato realizzato anche un adattatore per poter montare un filtro dell’aria Crime Scene Choppers. Ovviamente, essendo un progetto Yard Built unico, ci sono alcune parti create su misura da Matt Black Custom: il serbatoio realizzato a mano, i coperchi per impianto elettrico e batteria e il parafango posteriore, tutti costruiti “in casa”. I collettori di serie confluiscono in un condotto realizzato su misura che termina  in un silenziatore MIVV Ghibli modificato. La scatola della batteria è nascosta all’interno ed anche il manubrio è stato modificato per ottenere un autentico look “Board Tracker”. Il lavoro di The Matt Black comprende anche gli adattatori per le pedane, il paracorona e  l’impianto elettrico modificato.

I ragazzi spagnoli hanno realizzato una special ricca di particolari e di gran carattere

TANTI ACCESSORI - Seguendo l’idea che le Yard Built possono essere realizzate nel proprio garage, il progetto “Playa del Rey” è completato da una serie di accessori after market. La forcella springer è un capolavoro di Rebuffini, leggermente modificato da Matt Black Custom, mentre gli ammortizzatori Ohlins danno la sensazione di guidare su un binario. Il tappo del carburante è stato realizzato dal leggendario Crafty B negli USA, mentre la cover del bilanciere è stata incisa da Tony The Engraver! Il faro anteriore e le manopole Vitys aggiungono un tocco di grinta in più, bilanciata dal minimalismo dei mini comandi e degli astucci interruttori Rebuffini. Partecipa anche Rizoma con le frecce Bullet e le pedane, mentre il tachimetro con quadrante Motogadget si pone al centro della scena. La potenza dei freni aumenta con le pinze anteriori PM, e il set di riser LA Choppers esalta le sensazioni West Coast.

Tags: yamahaplaya del reyspecial

Tutte le notizie di Special

Approfondimenti

Commenti