Due Ruote

Motori
Yamaha: la VMAX “special” ha l’anima dragster

Yamaha: la VMAX “special” ha l’anima dragster

I customizer portoghesi di it roCkS!bikes, nostalgici delle moto di una volta, hanno trasformato la VMAX in una special “monoscocca” che strizza l’occhio al passatotwitta

giovedì 4 febbraio 2016

di Federico Porrozzi

L’occasione era di quelle “giuste”: per i 30 anni dall’ingresso sul mercato della prima VMAX, Yamaha ha affidato il nuovo progetto Yard Built ai preparatori portoghesi di it roCkS!bikes. I geniali customizer di Oporto hanno dato vita alla “CS_07 Gasoline”, realizzata utilizzando il loro marchio di fabbrica, ovvero il design monoscocca.

FIRMA UNICA - Alexandre Santos e Osvaldo Coutinho,i due ingegneri civili appassionati di moto cafe racer e “anima e corpo” dell’azienda creata nel 2013, seguono sempre per le loro creazioni alcuni punti fondamentali: design classico stile anni Settanta e stile racing. Testimonianza dell’abilità ingegneristica dei due è soprattutto la celebre monoscocca, un blocco unico artigianale, composto da serbatoio, sella e codone. 

SPIRITO DRAGSTER - La “Gasoline” è una dragster (moto da gare di accelerazione) che celebra i 30 anni della VMAX sotto tutti i punti di vista: la livrea ricorda quella degli anni Ottanta mentre la grafica bianco-gialla-nera riprende la gamma Sport Heritage di Yamaha dedicata al mondo racing degli anni Sessanta. Per il serbatoio è stato scelto un elemento costruito a mano, più corto e filante rispetto a quello originale. La carena è in metallo battuta a mano. Sul posteriore è stato montato uno pneumatico slick in stile “gare di accelerazione” e a far bella mostra sono anche i collettori in acciaio 4 in 2 con scarico in carbonio. Sono artigianali anche i cerchi mentre i freni e la pompa della frizione sono “racing” Brembo e la sella di cuoio cucita è stata cucita a mano con logo it roCkS!bikes.

Tags: yamahavmax

Tutte le notizie di Special

Approfondimenti

Commenti