Due Ruote

Motori
BMW R1200RT: la viaggiatrice di lusso si rinnova

BMW R1200RT: la viaggiatrice di lusso si rinnova

Incrementati sia la potenza, sia la stabilità sul modello tedesco dedicato al turismo a due ruote  twitta

mercoledì 29 luglio 2015

di Riccardo Piergentili

L’aspetto della nuova BMW R1200RT è sempre imponente, vuoi per le carene abbondanti, ma proporzionate, vuoi per il propulsore boxer, lasciato giustamente in vista. Solo BMW ha un bicilindrico così. In passato era raffreddato ad aria ed aveva delle caratteristiche adatte ai “passisti”: marcia lunga, un filo di gas e... buon viaggio. 

POTENZA AL TOP - Mancava un pizzico di potenza, che è arrivata (insieme al raffreddamento a liquido), senza perdere la fluidità, che è addirittura migliorata. Infatti, l’erogazione del motore della R 1200 RT è incredibilmente progressiva, anche perché sul nuovo bicilindrico di Monaco sono state appesantite le masse in movimento (rispetto alla prima versione del propulsore raffreddato a liquido che ha debuttato sulla R1200GS). Il risultato è una risposta al gas meno pronta. Per fare turismo è meglio così, perché l’accelerazione c’è ma non mette mai in crisi, né il pilota, né la ciclistica. Facile da usare non significa poco performante. Questo propulsore boxer, infatti, permette alla R 1200 RT di raggiungere agevolmente la velocità desiderata. Si spalanca il gas e si avverte un rombo di aspirazione cupo, aggressivo ma mai fastidioso. Perché il comfort di marcia resta una priorità.

GRANDE STABILITA’ - Anche la ciclistica è stata stravolta, rispetto al precedente modello. Prima, la R 1200 RT era sinonimo di agilità. Ora, invece, è la stabilità il suo punto di forza. Entrando in curva l’avantreno sembra incollato al terreno e più si aumenta il ritmo più la R 1200 RT mette in mostra delle doti dinamiche da moto sportiva. Il feeling con la ruota anteriore è sempre eccezionale, sensazione che permette di guidare rilassati anche nei tratti in cui l’asfalto non assicura un buon grip. Con la R 1200 RT si può passeggiare, col motore che borbotta piacevolmente ai bassi regimi, ma si può anche guidare di buon passo, raggiungendo ragguardevoli angoli di piega. Insomma, è pensata per piacere sia a chi vuole macinare chilometri senza fretta, sia a chi ama smanettare.

E' un'alternativa lussuosa, versatile e divertente da guidare alle crossover regine del mercato

TANTO SPAZIO - Il comfort era e resta un altro dei punti di forza della R 1200 RT. A bordo lo spazio abbonda, i semimanubri sono alti quanto basta, così in frenata non si avverte un eccessivo carico sui polsi ma a centro curva si ha sempre un buon controllo del veicolo. L’imbottitura della sella è morbida ma non cedevole,  le vibrazioni sono contenute e la protezione aerodinamica è eccezionale. La BMW R 1200 RT è un classico moderno. Cosa vuol dire? Che ora ha le prestazioni di una gran turismo dell’ultima generazione ma non ha perso il suo fascino. Oggi le crossover (sia quelle con le ruote di 17”, sia quelle con la ruota anteriore di 19” o 21”) sono le moto più sognate ed acquistate ma la R 1200 RT ha saputo rinnovarsi nel modo giusto, rappresentando “l’alternativa”. Lussuosa, versatile e divertente da guidare.

Tags: BMWr1200rt

Tutte le notizie di Speciale vacanze in moto

Approfondimenti

Commenti