Motori

Due Ruote

24 Ore di Le Mans, Audi a caccia di un nuovo successo

La Casa di Ingolstadt pronta a difendere da Porsche lo scettro di regina nella gara più famosa del mondo. Sabato alle 15.00 la partenza  twitta

giovedì 11 giugno 2015

di Francesco Colla

Ci sono il Gran Premio di Monaco in Formula 1, la 500 Miglia di Indianapolis e la 24 Ore di Le Mans. Questo è il tridente, il pantheon del motorsport a quattro ruote. Sabato alle 15.00 il mito Le Mans si rinnova e Audi è pronta a confermarsi la regina della gara di endurance (valevole anche come terzo round stagionale del WEC 2015) più famosa del mondo. Anche se ogni anno è sempre più difficile e nelle prove libere di ieri Porsche ha dimostrato notevoli progressi, infrangendo con la 919 n. 18 pilotata da Neel Jani, il precedente record sul giro precedentemente detenuto da Stéphane Sarrazin su Peugeot: 3'16" e 513 per completare un giro di quasi 14 chilometri. La Casa di Stoccarda, che prima di Audi era l'incontrastata signora della gara, sembra tornata al top e c'è da scommettere che il "giorno più lungo" dell'automobilismo riserverà grandi emozioni.

La Casa dei Quattro Anelli si presenta in griglia di partenza con tre R18 e-tron: ugnuno dei prototipi ha capacità massima del serbatoio di 54,2 litri di gasolio, per un consumo medio a giro di 3,840 litri, ragion per cui le soste ai box per i rifornimenti saranno programmate ogni 13 giri, stessa strategia che verrà (quasi sicuramente) seguita anche dai Porsche e dai campioni WEC 2014 di Toyota. 

Parlando di prestazioni, l’Audi è quella che presenta il minor gap tra tempi in qualifica e in gara, mantenendo i tempi più costanti in ogni turno di guida, riuscendo a percorrere addirittura fino a 750 km con le stesse gomme, grazie anche all’eccezionale coppia del suo propulsore V6  turbo di 4 litri. Inoltre il team Audi è quello attualmente dotato di maggiore esperienza a Le Mans, vantaggio che si ripercuote nelle strategie di gara e nella velocità di intervento ai box e che dovrebbe andare ad annullare il vantaggio di Porsche in fatto di velocità sul giro. Ma oltre alle auto e alle strategie ci sono loro, i piloti e Audi può contare su uno squadrone composto anche da quattro vincitori a Le Mans: Treluyer, Fasler e Lotterer con tre vittorie e Duval con una vittoria. Ma alla fine, come sempre, si deciderà tutto in 24 ore.

Tags: le mans24 oreaudi

Tutte le notizie di Gare

Approfondimenti

Commenti