Motori

Due Ruote
Guidare sul ghiaccio, i consigli del campione

Guidare sul ghiaccio, i consigli del campione

I 5 consigli del pilota del Mondiale Rally Mads Ostberg per affrontare neve e asfalto ghiacciatotwitta

venerdì 27 gennaio 2017

ROMA - La maggior parte degli automobilisti non ama, o addirittura teme, l'inverno. Neve e ghiaccio rendono le strade insidiose, aumentando le probabilità di catastrofiche scivolate. Ecco dunque i consigli di Mads Ostberg, pilota del WRC che ha imparato a guidare nelle zone selvagge della Norvegia rurale.

1 CONOSCERE I LIMITI DELLA PROPRIA AUTO

"Quello che mi sento di raccomandare alle persone che guidano di proposito su strade scivolose è di imparare quello che le loro auto sono davvero in grado di fare", dice Mads. "La cosa migliore è capire realmente la propria auto, perché ogni macchina è diversa e non tutti hanno un modello nuovo”. "Cercate di trovare un ampio parcheggio quando vedete la neve o il ghiaccio e fate un po' di drifting per conoscere meglio la vostra auto. Questa è la cosa migliore che potete fare per prepararvi".

2 MONTATE LE GOMME GIUSTE

La gomma giusta su ghiaccio e neve può fare la differenza: "A volte nei rally, si possono scegliere le gomme sbagliate, soprattutto a Monte Carlo", dice Mads. "Nel 2014 la maggior parte dei piloti ha finito con le slick su una speciale completamente innevata e la macchina era come una toboga! Io avevo tutte le gomme slick, e nelle curve la mia macchina finiva nel fosso solo per avere un po' più grip". Fondamentali, dunque, le gomme da neve, contrassegnate dalla dicitura M+S, Mud and Snow. 

3 SE SEI INCERTO... TIENI APERTO! (CON GIUDIZIO)

Quando si inizia a perdere il controllo dell'auto in caso di scivolamento il nostro istinto naturale è quello di fare la cosa peggiore possibile in quella situazione, cioè aggrapparsi ai freni. Ma fare una frenata perché presi dal panico e cercare di arrestare la corsa dei pneumatici, significa mantenere lo scorrimento nella stessa direzione di quando è iniziato lo scivolamento. Mads avverte: c'è solo una cosa da fare nel caso di una  “scivolata” violenta: "Aprite a tutto gas! Se l’auto inizia a scivolarvi non dovete mai sollevare l'acceleratore perché ormai è già successo", dice Mads. "Quasi ogni pilota di rally se fa un incidente o ci va vicino va a tutto gas. E non vale solo per chi ha un’auto a trazione anteriore o a quattro ruote motrici, ma per ogni macchina. Se arrivi troppo veloce a una curva, si tira il freno a mano, si mette la macchina di traverso e si va a tutto gas. Questo è tutto quello che si può fare e non c'è nient'altro che possa salvarvi”. "Ho un esempio su YouTube proprio su di me, a Monte Carlo nel 2016, sul Col de la Fayolle. Sono arrivato troppo veloce sul ghiaccio, ho tirato il freno a mano e ho accelerato a tutto gas ed è andata".

4 RICOGNIZIONE

Un pilota di rally ha un occhio molto esperto quando si tratta di capire le condizioni della strada: una superficie stradale nera e lucida con temperature sotto lo zero di solito significa ghiaccio, per esempio. Ma tutti noi possiamo usare un po' di logica e un po’ di buonsenso per aiutare a prevedere le condizioni quando si guida in inverno, anche se i piloti di rally si fanno dare una mano in questa circostanza: "Nei rally invernali abbiamo uno speciale equipaggio che passa prima di noi attraverso le speciali ma ovviamente siamo noi stessi che dobbiamo essere in grado di individuare il ghiaccio", dice Mads. "Di sicuro, è necessario tenere d'occhio la temperatura. Ci prepariamo sempre per le prove speciali e sappiamo che le temperature saranno diverse a seconda delle altitudini della speciale e anche a quale altitudine siamo nei diversi punti della speciale per essere in grado di capire dove è più probabile che ci sia il ghiaccio".

5 SOLO PER PILOTI ESPERTI

La maggior parte delle nuove automobili in questi anni sono dotate di una sorta di inganno elettronico di 'aiuto' quando le cose iniziano a diventare un po' pericolose sulla strada. Ma, come dice Mads, se si sa cosa si sta facendo al volante, questi sistemi possono spesso rendere la situazione ancor più difficile da gestire: "Le nuove auto fanno tante cose strane", dice Mads. "Anche io quando sto guidando una macchina nuova e sto cercando di fare la cosa giusta per salvarla, durante un traverso per esempio, la tecnologia peggiora la situazione. La tecnologia fa in modo che se si sta facendo male, la macchina corregga il più rapidamente possibile. Ma se si sta facendo bene, è possibile peggiorare la situazione."Nella mia auto da strada voglio essere sicuro di girare con il più possibile dei sistemi di assistenza disattivati. Ma oggi abbiamo l’ABS: quando giri la macchina il sistema evita il bloccaggio delle gomme per aiutarci a fare la curva. In realtà non c'è molto che si possa fare di più da pilota per cercare di migliorare la situazione".

In collaborazione con la redazione Motori di RedBull.com

Tutte le notizie di Gare

Approfondimenti

Commenti