Motori

Due Ruote

Dakar 2016, Honda lancia la sfida a KTM

Il team austriaco domina il rally più famoso del mondo da 14 anni, ma ora è orfano di Marc Coma e HRC sfodera un team di prima grandezza per tornare a vincere dopo 25 anni.twitta

martedì 29 dicembre 2015

 Francesco Colla

ROMA - Non solo auto, ovviamente. Alla Dakar le moto sono protagoniste tanto quanto le quattro ruote fin dagli albori della gara. E ora che Marc Coma è passato dall'altra parte della barricata e Cyril Despres è stabilmente al volante (di una Peugeot) invece che in sella, Honda ha maggiori e concrete speranze di interrompere lo strapotere KTM, che da 14 anni domina il rally raid più famoso e massacrante del mondo. Si parte il 2 gennaio da Tecnòpolis, quartiere futuristico di Buenos Aires, poi circa 9300 km massacranti tra Argentina e Bolivia prima del traguardo a Rosario, città natale di Ernesto "Che" Guevara (che in moto da quelle parti andava in tempi non sospetti) e Leo Messi.

Dakar Rally, 35 anni di ordinaria follia

PROTAGONISTI - Il countdown è iniziato e il team HRC è in Argentina per gli ultimi preparativi: si tratta della quarta partecipazione dopo un'assenza durata 23 anni. Erano gli anni eroici delle vittorie di Edi Orioli, Neveu e Lalay, mentre ora le CRF450 Rally sono affidate a Paulo Goncalves, campione del mondo 2013 Cross-Country e secondo lo scorso anno, Joan Barreda (alla sesta Dakar), Michael Metge, Ricky Brabec e al nostro connazionale Paolo Ceci. A supportarli un team di 25 uomini HRC. A sfidarli, nel team pluricampione KTM, Toby Price (terzo lo scorso anno) Matthias Walkner (campione World Rally-Raid), Jordi Villadoms (secondo nel 2014) e Laia Sanz. Ma non dimentichiamo Yamaha, nuovamente affidatasi al costante Helder Rodrigues, che negli ultimi 10 anni ha sempre chiuso nella Top 5, affiancato dal vincitore Merzouga Rally, Allesandro Botturi.

Tags: Dakar 2016honda

Tutte le notizie di Dakar

Approfondimenti

Commenti