Motori

Due Ruote
Infiniti Protoype 9, l'elettrica che guarda al passato

Infiniti Protoype 9, l'elettrica che guarda al passato

Presentata al concorso d'eleganza di Pebble Beach la one-off ispirata alle monoposto anni '40. Ma equipaggiata con un nuovissimo motore elettrico da 148 cv

twitta

lunedì 14 agosto 2017

TORINO - Infiniti ha svelato al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, la Prototype 9, espressione di design vintage abbinato a propulsione zero emissioni. Un vero esercizio di stile che unisce artigianalità a tecnologia, ispirandosi alle vetture da corsa degli anni ’40 ma equipaggiandola con un motore elettrico da 148 cv alimentato da una batteria da 30 kWh. Lunga 4,33 metri e alta solo 91 cm, la Protoype 9 pesa 890 kg, garantendo performance di rilievo; lo scatto 0-100 km/h è coperto in soli 5,5 secondi e la velocità massima è di 170 km/h. 

La monoposto è stata quasi interamente realizzata a mano, con una carrozzeria in lastre d’acciaio, a dimostrazione delle capacità artigianali del marchio del Gruppo Nissan. “Avevamo discusso l’idea di creare un’auto, come se fosse stata nascosta per decenni in un granaio – ha dichiarato Alfonso Albaisa, vice presidente del design Infiniti -. Le vetture a ruote scoperte dell’epoca erano splendide, eleganti e potenti. E’ una fantasia automobilistica ma l’idea ci ha completamente catturato”.   

Tags: Infiniti

Tutte le notizie di Green

Approfondimenti

Commenti