Motori

Due Ruote
Unione Europea: taglio del 30% delle emissioni auto per il 2030

Unione Europea: taglio del 30% delle emissioni auto per il 2030

Ecco il pacchetto mobilità della Commissione Europea: previste severe sanzioni per le Case auto che non rispetteranno i limiti e investimenti per la mobilità elettricatwitta

giovedì 9 novembre 2017

ROMA - Emissioni di anidride carbonica da autotrazione ridotte del 30% entro il 2030. Il contenimento è inteso rispetto al limite medio di 95 g/km che sarà in vigore dal 2021. Questa la sintesi del Pacchetto Mobilità presentato dalla Commissione Europea.

In realtà si tratta di un percorso a tappe: nel 2025 la riduzione dovrà essere del 15%.Il tutto secondo gli standard del nuovo ciclo di omologazione europeo WLTP, molto più “severo” del vecchio NEDC.Le Case auto che non staranno dentro i nuovi limiti saranno sanzionate. La spinta verso le emissioni zero è evidente. A dispetto dei motori termici, che però probabilmente rimarranno molto importanti per contribuire, tramite powertrain ibridi, o con carburanti sintetici, al raggiungimento dell’obiettivo.

La Commissione Europea ha inoltre fissato anche delle “quote verdi”, di auto elettriche e ibride, in gamma: ma in questo caso non sono previste multe. Che invece sono fissate, sia per il 2025 sia per il 2030, a 95 euro per ogni grammo di CO2 emessa al di sopra della soglia fissata su ogni auto venduta. Ovviamente le auto elettriche peseranno moltissimo per bilanciare i calcoli.

La Commissione Europea ha stanziato dei fondi per aiutare la diffusione delle vetture a zero emissioni. Ovvero 800 milioni di per lo sviluppo delle infrastrutture di ricarica e 200 per la ricerca e lo sviluppo delle batterie. L’associazione dei Costruttori europea, l’Acea, ha ritenuto troppo dura la linea e troppo stretti i tempifissati per il radicale cambiamento. Di certo, essendo le Case impegnate in un mercato globale, se solo l’Europa imporrà questi limiti sarebbe un evidente svantaggio competitivi (per le spese sostenute) rispetto ad altri mercati di “manica più larga”.

Tags: emissioni

Tutte le notizie di Green

Approfondimenti

Commenti