Motori

Due Ruote

Rally di Sardegna: la terza di Ogier

Il fenomeno Volkswagen vince per la terza volta in Sardegna, mentre il campione Peugeot conquista l'ottavo posto assoluto   twitta

lunedì 15 giugno 2015

di Francesco Colla

Dopo il Portogallo Sébastien Ogier e Julien Ingrassia sbancano anche in Sardegna e anche se per Volkswagen non si è trattato di un trionfo collettivo al pari della gara di Porto, vista la doppietta Hyundai alle spalle del francese, è comunque una vittoria che vale come oro in ottica (terzo) mondiale. 

Il campione del mondo in carica è stato autore di una gara magistrale, strategicamente perfetta e arricchita dalla vittoria nella power stage finale, che gli consente di consolidare la leadership in classifica con 66 punti di vantaggio su Ostberg. Podio completato dalle Hyundai i20 WRC, con seconda posizione per Hyden Paddon e Jhon Kennard, l’equipaggio neozelandese vincitore di quattro prove al comando della classifica sin dalla seconda prova, poi superato dai vincitori e rallentato da alcune toccate con conseguenti noie al cambio nella seconda tappa. Terzo posto per l’equipaggio belga Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul che è riuscito a portarsi sul podio ed anche a vincere il crono numero 16. Sotto al podio in rimonta la prima Ford Fiesta RS WRC al traguardo, quella del britannico Elfyn Evans, soddisfatto della sua gara in cui a due prove dal termine è riuscito a scavalcare Mads Otsberg, quinto sulla Citroen DS 3 WRC e migliore in due crono, il norvegese che sul finale ha perso due posizioni rallentato da un’uscita di strada perché distratto da un problema all’interfono. Gara avara di soddisfazioni per Jari-Matti Latvala che sulla Volkswagen Polo R WRC ha vinto sette crono, ma un problema ad un ammortizzatore e alcune forature nella seconda tappa, hanno privato il finlandese di ogni ambizione. Altri vincitori di prove sono stati: Martin Prokop su Ford Fiesta nella Super Speciale di Cagliari e Ott Tanak su Ford Fiesta nella SS 7.

Grande sfida in WRC 2 con successo e settimo posto in classifica assoluta per il ceko della Ford Fiesta RRC Yurii Protasov, seguito dall'italiano Paolo Andreucci su Peugeot 208 T16, rallentato da una perdita al radiatore. Pieno di punti nella WRC 2 produzione per il toscano Gianluca Linari su Subaru Impreza. L'otto volte campione italiano, guidato come sempre da Anna Andreussi, ha commentato al termine della gara: "Cosa ti passa nella mente quando dopo oltre 380 km di prove speciali ti trovi dietro di soli cinque decimi al tuo avversario? Sicuramente che stai facendo uno degli sport più belli ed imprevedibili del mondo. E poi che non è finita, che negli ultimi chilometri dell'ultima prova dovrai guidare ancora meglio perché quello che hai fatto fino ad allora non è stato sufficiente per essere in testa. Sono stati questi gli ultimi pensieri che ho avuto prima che scattasse il verde dell'ultima PS. Ho spinto per quanto ho potuto ma la speciale era molto stretta ed insidiosa, con muretti a destra e a sinistra. Non siamo riusciti a recuperare ma è un grandissimo risultato. Da incorniciare e ricordare. Primo italiano e dentro i dieci contro le ben più potenti vetture della categoria WRC! E' stata una gara fantastica e incredibile. Mi porto a gara una gran felicità per aver sfruttato nel migliore dei modi l'opportunità che mi è stata data da Peugeot e, in più, una gran mole di dati sulla vettura sulla terra che saranno utili per preparare il prossimo appuntamento del Campionato
Italiano Rally".

In WRC 3 primo il finlandese Teemu Suninen su Citroen DS 3 R3T, ma hanno brillato i giovani dellACI Team Italia con Fabio Andolfi su Peugeot 208 R2 vincitore in tutto di 12 speciali e Andrea Crugnola su Renault Clio R3T, entrambi  a lungo al comando e vincitori di molte prove, pesantemente rallentati dallo stop nella seconda tappa, causato da uscita di strada per Andolfi e da una perdita dacqua per Crugnola. Il molisano Giuseppe Testa dopo il primo tempo nella Super Speciale di Cagliari,  è stato poi fermato da problemi al cambio, ma si è ben messo in evidenza con la piccola Peugeot 208 R2 nella tappa conclusiva in cui ha vinto il penultimo crono di categoria. 


Questa la classifica finale del Rally Italia Sardegna:
1 Ogier (VW), 4h 25m 54.3s
2 Paddon (Hyundai) +3m 05.4s
3 Neuville (Hyundai) +4m 22.5s
4 Evans (Ford) +5m 34.8s
5 Ostberg (Citroen) +7m 50.1s
6 Latvala (VW) +8m 06.7s
7 Protasov (Ford) +14m 57.7s
8 Andreucci (Peugeot) +15m 03.3s
9 Kopecky (Skoda) +17m 41.7s
10 Al Qassimi (Citroen) +19m 12.0s

Così il mondiale piloti dopo 6 prove:
1 Ogier (VW) 133 punti
2 Ostberg (Citroen) 67
3 Mikkelsen (VW) 64
4 Latvala (VW) 56
5 Evans (Ford) 53
6 Neuville (Hyundai) 50
7 Meeke (Citroen) 47
8 Sordo (Hyundai) 38
9 Paddon (Hyundai) 32
10 Prokop (Ford) 27

Tags: Rallysardegnaogierandreuccivolkswagen

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti